Portale di economia civile e Terzo Settore

In Veneto il primo luna park senza elettricità

31

Se vi trovate a passare nei pressi di Treviso, precisamente a Nervesa di Battaglia, potreste imbattervi in un particolare luna park, che qualcuno malignamente ha definito la “Gardaland dei poveri”, ma voi non lasciatevi ingannare dalle apparenze, si tratta davvero di un progetto originale: un parco divertimenti che funziona senza elettricità.

Il parco, che attira ogni anno 50 mila visitatori, si chiama “Ai Pioppi”, nasce dall’ampliamento di un ristorante di famiglia presente dal 1969 ed è totalmente gratuito per tutti i clienti del ristorante. Ad oggi il luna park è composto da 45 giostre tutte azionate soltanto dalla forza di chi vi sale sopra, sfruttando i principi della dinamica. Tra le varie attrattive: il pendolo, le altalene, una teleferica, il tirapugni, le gabbie, una ruota ispirata all’uomo vitruviano e tanto altro ancora.

L’ideatore del parco è Bruno Ferrin, classe ‘37, saldatore, ingegnere, fabbro, falegname, che nel 1969 decide di costruire per i clienti un grande parco divertimenti nel “cortile” del suo ristorante.

La prima giostra è stata un’altalena: “Mi servivano due ganci per appendere le catenelle e il fabbro in paese mi rispose di arrangiarmi e io, che non avevo mai preso in mano una saldatrice, mi sono messo di buona volontà. Ho armeggiato un pomeriggio intero e alla fine ho fabbricato i ganci. Così è cominciato tutto. Mi sono talmente appassionato alle giostre che non ho più smesso”.

E così nasce il luna park, realizzato per lo più con materiali di scarto, perché a volte basta un pizzico di fantasia e una buona mano di vernice per realizzare grandi progetti. Ci sono perfino le montagne russe, attivate a pedali, così come la giostra che si chiama il giro della morte, che fa compiere una traiettoria di dieci metri di diametro.

“Cos’altro dovrei fare a 84 anni: mettermi in poltrona a guardare la televisione? Meglio un’altalena, che spinge verso il futuro”.

Se passate da quelle parti, conviene farci un salto.

Per maggiori info: https://www.aipioppi.com/

Cosa stai facendo per avere un'aria più pulita?
Phubbing, la scortesia di guardare il cellulare anche in presenza di amici

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...