Portale di economia civile e Terzo Settore

Il volontariato candidato a Patrimonio Unesco

18

Il Volontariato Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità. È questa la proposta lanciata da Emanuele Alecci, presidente del Centro servizi per il volontariato di Padova e Rovigo, durante l’evento conclusivo dell’anno di Padova capitale europea del volontariato 2020.

Una candidatura motivata dal ruolo essenziale ricoperto dai volontari di tutto il mondo per fronteggiare l’emergenza legata alla pandemia da Covid 19, un lavoro prezioso e faticoso che va protetto e valorizzato. Al di là di ogni interesse personale infatti e mettendo a rischio la propria salute, i volontari hanno aiutato e continuano ad aiutare tutte le persone che hanno bisogno, in particolare quelle più fragili.

Nelle prossime settimane Padova formalizzerà la candidatura e comincerà a delineare il percorso che dovrebbe portare alla richiesta di riconoscimento. “Noi intanto chiediamo a tutti – enti, istituzioni, associazioni – di riflettere su questa proposta” esorta Alecci “perché guardare al futuro dell’Europa con le lenti del volontariato può far cambiare molte cose e può rivelarsi fondamentale per ripartire, quando questo momento difficile segnato dalla pandemia sarà superato”.

Durante lo stesso evento, sempre a Padova, è stata presentata la “Carta dei valori dell’azione volontaria”, documento nato da un lungo percorso curato dalla Fondazione Zancan che racchiude principi e doveri dei volontari intorno a quattro pilastri fondamentali: giustizia, carità, fraternità e generazioni.

Tiziano Vecchiato, presidente della Fondazione Zancan, sottolinea l’importanza di ripartire dai profeti e dai padri fondatori per riscoprire i valori essenziali del volontariato: “La ripartenza dopo quest’anno così carico di stimoli non solo per Padova significherà rivedere la propria azione volontaria riscoprendosi essenzialmente persone: lo dicono il Vangelo, la Costituzione, l’Onu, le grandi religioni, seppur con parole differenti”.

Un’ottima notizia dunque a conferma delle parole pronunciate dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione dell’apertura dell’anno che ha visto Padova Capitale Europea del Volontariato: “Il volontariato è una energia irrinunziabile della società”.

Il volontariato è un elemento di crescita morale e civile di ogni Nazione ed è arrivato il momento di riconoscerne la portata innovativa dal punto di vista umano e sociale.

"Lezione di Fisioterapia" a cura di Stefano Palena e Luca Biancadoro
Sky Pool: a Londra si nuota sospesi tra due palazzi

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...