Portale di economia civile e Terzo Settore

Nuove istruzioni per usufruire subito dell’Ecobonus

111

Con il Decreto Crescita approvato pochi giorni fa anche in Senato, sarà possibile ottenere uno sconto del 50% (come Ecobonus) a fronte di acquisti per il risparmio energetico e le ristrutturazioni.

In realtà esiste, almeno fino al 31 dicembre 2019, il cosiddetto Ecobonus in due percentuali diverse, cioè:

65% per sostituzione di vecchia caldaia con una a condensazione che sia almeno di classe A e con sistemi di termoregolazione evoluti o per microgeneratori di calore, per coibentazione dell’immobile;

il 50% per acquisto e installazione di finestre, infissi e schermature solari, schermature solari, caldaie a biomassa.

Per tutte le possibili detrazioni rimandiamo a questo vademecum dell’Enea, ricordando di osservare le prassi corrette indicate, con tutte le comunicazioni richieste.

Ma la vera novità introdotta dal Decreto è che a partire da oggi,  1° luglio 2019, chi deciderà di acquistare climatizzatori, infissi, ma anche installare pannelli fotovoltaici o caldaie potrà usufruire di uno sconto diretto del 50%.

In pratica, a partire da questa data, si potrà effettuare la cessione del credito al venditore, pagando di fatto la metà del prezzo. Andrà sempre effettuato il cosiddetto “bonifico  parlante” al fornitore (già in vigore per le ristrutturazioni), nella fattura sarà presente l’intero importo ma quello da versare sarà un importo della metà del prezzo.

Esiste però un obbligo: quello di comunicare all’Agenzia delle Entrate la cessione del credito, in base al modello reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate stesso. Sarà successivamente l’Agenzia a rendere disponibile la somma al venditore sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in cinque anni.

Pertanto, se è vero che lo sconto sarà unico al 50%, è altrettanto vero che l’acquirente in questo caso ne usufruisce subito, anziché ottenere un credito d’imposta diviso in 10 anni come è stato sinora. Naturalmente è sempre possibile optare per il credito di imposta ancora in vigore.

Record del mondo in Florida: centinaia di sub ripuliscono l'oceano
La Sea Watch 3 ha attraccato al porto di Lampedusa

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...