Portale di economia civile e Terzo Settore

Cittadinanza e creatività digitale – Piano Operativo Nazionale PON 14/20

41

Scadenza: 5 maggio 2017

Le competenze digitali sono parte integrante dell’alfabetizzazione del nostro tempo, sono fondamentali per la costruzione di una cittadinanza piena, attiva e informata e per lo sviluppo sostenibile del nostro Paese, per superare il disallineamento tra sistema educativo e domanda della società. Offrire alle ragazze e ai ragazzi percorsi di cittadinanza digitale significa renderli cittadini attivi e protagonisti e non fruitori passivi. Inoltre, educare le nostre studentesse e i nostri studenti a un uso consapevole e adeguato della Rete significa impegnarsi concretamente per contrastare fenomeni come bullismo e cyberbullismo, significa contrastare la diffusione del linguaggio dell’odio, un fronte su cui il Miur è da tempo impegnato e vuole continuare ad impegnarsi”. Questo è quanto ha dichiarato la Ministra Fedeli del MIUR nel comunicato reso alla stampa presentando il terzo dei 10 bandi PON per una scuola più aperta, inclusiva e innovativa. Gli altri 9 temi individuati sono: competenze di base, competenze di cittadinanza globale, cittadinanza europea, patrimonio culturale artistico e paesaggistico, integrazione e accoglienza, educazione all’imprenditorialità, orientamento, alternanza scuola-lavoro, formazione degli adulti.

Ma entriamo nel dettaglio dell’Avviso:

SCHEDA
OBIETTIVI Miglioramento delle competenze chiave degli allievi e attenzione sulle competenze digitali sempre più riconosciute come requisito fondamentale per lo sviluppo sostenibile del nostro Paese e per l’esercizio di una piena cittadinanza nell’era dell’informazione (Asse I (Istruzione)  del Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola, competenza e ambienti per l’apprendimento”  – obiettivo specifico 10.2.)
DESTINATARI Sono ammesse a partecipare per la realizzazione di percorsi per lo sviluppo del pensiero computazionale, della creatività digitale e delle competenze di “cittadinanza digitale”:
a) le istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione (scuole primarie e secondarie di primo grado);
b) le istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione (scuole secondarie di secondo grado).
Possono partecipare le istituzioni scolastiche di tutte le Regioni nonché quelle della Provincia autonoma di Trento. Le istituzioni scolastiche della Valle d’Aosta e della Provincia Autonoma di Bolzano, a seguito di accordi da sottoscrivere con il Ministero, saranno destinatarie di una specifica procedura.
Si precisa che gli istituti omnicomprensivi, nonché i convitti nazionali, possono presentare due diversi progetti, uno per il primo ciclo di istruzione e uno per il secondo e non sono ammessi i Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA), per i quali è già stato emanato uno specifico avviso. Inoltre è ammesso il coinvolgimento di partenariati e collaborazioni con amministrazioni centrali e locali, associazioni, fondazioni, enti del terzo settore, università, centri di ricerca, operatori qualificati, reti già presenti a livello locale.
PROPOSTE PROGETTUALI

L’avviso finanzia due tipologie di intervento (moduli):
1. Percorsi per lo sviluppo del pensiero computazionale e della creatività digitale, con particolare attenzione a:

  • promuovere gli elementi fondamentali per l’introduzione alle basi della programmazione, anche allo scopo di sviluppare le competenze collegate all’informatica;
  • sviluppo del pensiero computazionale per rafforzare la capacità di analisi e risoluzione dei problemi.

2. Percorsi di “cittadinanza digitale”, con particolare attenzione a:

  • consapevolezza delle norme sociali e giuridiche in termini di “Diritti della Rete”, educazione all’uso positivo e consapevole dei media e della Rete, anche per il contrasto all’utilizzo di linguaggi violenti, alla diffusione del cyberbullismo, alle discriminazioni;
  • educazione alla valutazione della qualità e della integrità delle informazioni, alla lettura, scrittura e collaborazione in ambienti digitali, alla comprensione e uso dei dati e introduzione all’open government, al monitoraggio civico e al data journalism;
  • azioni per stimolare la creatività e la produzione digitale, l’educazione all’uso dei nuovi linguaggi del digitale, ai nuovi modelli di lavoro e produzione, alle potenzialità dell’interazione tra fisico e digitale.
    Si precisa che i percorsi di “pensiero computazionale e creatività digitale” si rivolgono prioritariamente alle istituzioni scolastiche del 1° ciclo di istruzione, mentre i percorsi di “cittadinanza digitale” si rivolgono prioritariamente alle scuole secondarie di primo grado e alle istituzioni scolastiche del secondo ciclo di istruzione.
    Inoltre i moduli, che rappresentano l’unità minima di progettazione, hanno una durata minima di 30 ore.
RISORSE E
MASSIMALI DEL PROGETTO
80 milioni di euro a valere sul Fondo Sociale Europeo e ciascuna proposta progettuale delle scuole non può superare l’importo massimo di Euro 25.000,00. Le voci di costo ammissibili, che vengono calcolate in base ai limiti e ai massimali prestabiliti (v. tab. da pag. 6) sono relative a:

  • attività formativa che comprende i costi relativi alle figure professionali previste (esperto, tutor);
  • attività di gestione, che comprende tutte le spese legate alla gestione delle attività formative (materiali didattici e di consumo, attrezzature, personale della scuola, pubblicità, etc);
  • costi aggiuntivi: mensa.
PROCEDURE Le scuole partecipanti sono tenute a predisporre il progetto secondo le fasi procedurali previste all’interno del sistema informativo – piattaforma “Gestione degli Interventi” (GPU), accedendo quindi nell’apposita area all’interno del sito dei Fondi strutturali 2014-2020 (GPU), e collegandosi a: http://www.istruzione.it/pon/ e caricando la documentazione richiesta.
L’area del sistema informativo resterà aperta dalle ore 10.00 del giorno 20 marzo 2017 alle ore 15.00 del giorno 5 maggio 2017.
Terminata la fase di inserimento dei dati e di inoltro della proposta progettuale, la scuola deve trasmettere la candidatura firmata digitalmente sulla piattaforma finanziaria “Sistema informativo Fondi (SIF) 2020”, che resterà aperta dalle ore 10.00 dell’8 maggio 2017 alle ore 15.00 del 15 maggio 2017.
INFO Il testo integrale dell’Avviso, i documenti di riferimento, i vari Regolamenti Europei, e lo stesso Programma Operativo e tutte le altre risorse (tutorial, piattaforme, circolari, FAQ, etc.) sono disponibili sulla pagina web del MIUR.
PON “Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 - "Potenziamento dell'educazione all'imprenditorialità"
"Culturability 2017 - Rigenerare spazi da condividere”

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...