Portale di economia civile e Terzo Settore

L’appello degli studenti agli artisti: scrivete canzoni contro il bullismo

6

Per fronteggiare il bullismo e il cyberbullismo ritorna il progetto “SBAM! – Stop Bullying Adopt Music”. A lanciarlo sono gli studenti della classe 3°B dell’Istituto “Galilei – Costa” di Lecce, coordinati dalla docente di inglese Elisabetta D’Errico. “SBAM!” intende affiancare a colpi di musica il progetto della classe 1°A, ossia MABASTA, il Movimento Anti Bullismo Animato da Studenti Adolescenti.

I giovani leccesi lanciano un appello a tutti i musicisti, in particolare a quelli più popolari tra i ragazzi, allo scopo di comporre sempre più canzoni con testi che affrontino l’allarmante fenomeno del bullismo e del cyberbullismo giovanile. Ne sono un esempio tre brani ossia “Hurts” di Mika, scelto anche come colonna sonora del film “Un bacio” di Ivan Cotroneo, il “Guerriero” di Marco Mengoni, usato come bandiera contro il bullismo nel famoso monologo di Paola Cortellesi e “Il mistero dei bulli” di Elio e le Storie Tese.

Come spiegano gli studenti: «Sia per Mika che per Mengoni abbiamo creato e pubblicato quelle che noi chiamiamo le “Sbammate”, ossia immagini come poster con citazioni tratte dalle canzoni che suonano come delle sberle contro il bullismo. Queste le facciamo girare sui social come Facebook, Twitter e Instagram, cercando così di arrivare subito a tutti i milioni di fan che seguono con passione i loro idoli. Lo stesso faremo con tutti gli altri brani, già scritti e ancora da scrivere, e daremo tutto il nostro possibile e personale aiuto nella conoscenza e diffusione del brano stesso e del videoclip che l’accompagna».

Il sogno di questi ragazzi è che nel nostro Paese anche altri miti come J-Ax, Fedez e Emis Killa, o Ligabue, Vasco e Tiziano Ferro, e i loro compaesani come i Negramaro, i Sud Sound System, Alessandra e Emma, possano decidere di sposare questa lodevole causa e dire anche loro “MaBasta” attraverso la loro musica, con i loro testi e con i loro videoclip, magari incitando e incoraggiando le vittime a parlare, i bulli a smettere e gli spettatori a intervenire.

Gli italiani sognano la bici elettrica
Wow, il portale che aiuta i ragazzi Down a trovare lavoro

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...