ue Tag

rohingya

Pubblicato il 2 settembre, 2018Da Patrizia Abello

Commissione delle Nazioni Unite: contro i Rohingya fu genocidio

Della situazione disperata del popolo dei Rohingya abbiamo più volte dato conto, per esempio in questo articolo che parlava della genesi della vicenda, oppure in quest’altro che spiegava i tentativi di rimpatrio di coloro che avevano trovato rifugio in Bangladesh e infine in quest’ultimo che sembrava aprire uno spiraglio alla giustizia. Ma negli scorsi giorni una Commissione d’inchiesta delle Nazioni Unite ha lanciato gravissime accuse nei confronti delle autorità del Myanmar, pubblicando un documento che riporta:  «Gli alti responsabili militari, compreso il capo di Stato maggiore, generale Min Aung Hlaing,Leggi tutto
Fracking

Pubblicato il 15 luglio, 2018Da Milena Pennese

L’Irlanda ha ufficialmente vietato il fracking

L’Irlanda ha assunto una decisione di portata storica vietando ufficialmente il fracking, la tecnica di perforazione del sottosuolo attraverso fratturazione idraulica. Infatti la scorsa settimana il Senato irlandese ha finalmente approvato una legge che ha definitivamente vietato quella tecnica di perforazione, proibendo in pratica la fratturazione idraulica a terra. Legge che è stata firmata il 6 luglio del presidente della Repubblica d’Irlanda Michael Daniel Higgins. L’annuncio è stato scritto in tono entusiasta da Tony McLoughlin del partito popolare Fine Gael spiegando che il Paese si è unito ai soli treLeggi tutto
resistenza agli antibiotici

Pubblicato il 21 giugno, 2018Da Patrizia Abello

I batteri sulle microplastiche creano resistenza agli antibiotici

Due studi pubblicati da Science Trends  e Chemistry World hanno denunciato come i batteri presenti sulle microplastiche siano veicoli di resistenza agli antibiotici. Ci troviamo quindi di fronte a due problemi che si uniscono: da un lato le microplastiche che inquinano i corsi d’acqua e i mari del nostro pianeta, dall’altra tipi di farmaci che sono nati per proteggerci da malattie pericolose, gli antibiotici, che hanno sviluppato effetti incontrollati. Un insieme che diventa pericoloso, dal momento che l’acqua, sia essa dolce o salata, diventa una specie di “brodo primordiale” inLeggi tutto
acrilammide

Pubblicato il 28 marzo, 2018Da Patrizia Abello

Biscotti, patatine e caffè: lotta all’acrilammide

Dal prossimo 11 aprile l’Unione europea impone nuove buone prassi per chi produce alimenti che potrebbero rilasciare l’acrilammide. Questa è una sostanza chimica cancerogena che si sviluppa cuocendo alcuni alimenti ad alte temperature. La troviamo soprattutto nelle patatine fritte bruciate, ma anche nel pane e nei biscotti troppo abbrustoliti o nel caffè tostato in modo eccessivo, ed è pericolosa soprattutto per i bambini. Ecco quindi che è intervenuto il regolamento della Commissione UE n. 2017/2158, in vigore dall’11 aprile. In realtà è praticamente impossibile l’eliminazione totale dell’acrilammide; pertanto l’Unione europea,Leggi tutto
MEC

Pubblicato il 25 marzo, 2018Da Redazione

Viene istituito il MEC, “Mercato Europeo Comune”

25 marzo 1957 – A Roma viene istituito il MEC (Mercato Europeo Comune), successivamente trasformatosi in CEE (Comunità Economica Europea) e poi semplificato in CE (Comunità Europea), fino ad arrivare all’attuale UE (Unione Europea), allargandosi a 28 Paesi coinvolti. Acronimi, questi, che servono per identificare le leggi comunitarie (regolamenti o direttive). Di fatto, il MEC è entrato in vigore il 1º gennaio 1958 e prevedeva che nell’arco di 12 anni si sarebbe dovuto realizzare un mercato unico, dando il via libera alla circolazione di persone, merci, servizi e capitali sulLeggi tutto
povertà educativa

Pubblicato il 5 marzo, 2018Da Milena D'Aquila

Povertà educativa: l’Italia sotto gli standard UE

Divario. È ancora questa, purtroppo, la parola chiave che sintetizza la situazione educativa italiana. Secondo il rapporto “Con i bambini” realizzato da Fondazione con il Sud, nel nostro Paese la copertura dei servizi per l’infanzia raggiunge il 22% della popolazione ma vi sono luoghi del Meridione in cui la percentuale scende tragicamente al 10%. E pensare che l’Europa, con l’Obiettivo di Lisbona, ha fissato al 33% la copertura della popolazione europea che dovrebbe essere raggiunta dai servizi alla prima infanzia. In Italia è proprio al Sud, dove c’è un numeroLeggi tutto
echa

Pubblicato il 24 febbraio, 2018Da Patrizia Abello

Echa: allarme sostanze pericolose nei giocattoli venduti nella UE

L’agenzia Echa (European chemical agency) ha diffuso un allarme sui giocattoli in vendita nell’Unione Europea, dal momento che il 20% contiene sostanze o materiali proibiti dalle regole UE. L’Echa infatti ha stilato un rapporto spiegando di aver analizzato ben 5.600 articoli in vendita nei 28 Paesi membri e, pur non avendo esaminato solo prodotti destinati ai bambini, le analisi più preoccupanti sono risultate proprio quelle legate ai giocattoli. Ricordiamo che l’organismo della UE, creato alla fine del 2006, è incaricato di monitorare il rispetto del regolamento Reach, la normativa comunitariaLeggi tutto
riciclo dei rifiuti

Pubblicato il 9 febbraio, 2018Da Patrizia Abello

Nuove direttive UE sul riciclo dei rifiuti

È stato approvato da Consiglio, Commissione e Parlamento dell’Unione Europea un nuovo pacchetto di direttive europee sul riciclo dei rifiuti e l’economia circolare e prevede numerosi obiettivi da raggiungere in traguardi quinquennali riguardo i diversi  tipi di rifiuti. Per quanto riguarda i rifiuti urbani, gli obiettivi di riciclo – per i quali attualmente abbiamo una media europea del 42% – i target di raggiungimento saranno del 55% nel 2025, del 60% nel 2030 e del 65% nel 2035. Non basta: verrà estesa la responsabilità ai produttori che, nella gestione deiLeggi tutto
Interreg REEF 2W
Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) è, insieme ad altri 10 partner provenienti da Paesi dell’Ue, alla guida del progetto europeo Interreg REEF 2W che mira a individuare soluzioni innovative ed efficaci per far funzionare gli impianti di depurazione e smaltimento dei rifiuti impiegando fonti rinnovabili. Creare, insomma, energia dai rifiuti in modo tale da rendere l’immondizia una risorsa e non un problema. La meta per cui si sta lavorando è giungere alla “neutralità energetica” ma per farlo occorre ottimizzare la catena traLeggi tutto
Rohingya

Pubblicato il 14 dicembre, 2017Da Milena D'Aquila

Il dramma dei rohingya e la strategia di Save the Children

I rohingya sono un gruppo etnico di religione islamica che, fino allo scorso agosto, vivevano in Birmania. Quest’estate però il governo del Myanmar ha deciso che i rohingya non erano più graditi: perseguitati e oggetto di violenze indicibili, i rohingya hanno dovuto abbandonare forzatamente le proprie abitazioni e scappare disperati dal territorio birmano. Durante la fuga non sono mancati episodi di brutale violenza: famiglie separate, donne stuprate, bambini uccisi con diabolico furore. Ogni possibile violazione umana è stata compiuta. Perseguitati e reduci da orrori indicibili, in 630 mila hanno raggiuntoLeggi tutto