salute Tag

marina ripa di meana

Pubblicato il 11 gennaio, 2018Da Lorenzo Lobolo

L’ultimo “show” della vulcanica Marina Ripa di Meana

“Guerriera” è l’aggettivo che l’attrice Lucrezia Lante della Rovere ha utilizzato per descrivere la tenacia della madre Marina Ripa di Meana, deceduta il 4 gennaio 2018. La donna ha combattuto per 16 lunghi anni contro il cancro che alla fine è riuscito a spezzare la sua vita all’età di 76 anni. Marina Ripa di Meana è divenuta nota al pubblico grazie al suo carattere determinato e, spesso, inadeguato per una donna ospite nei più famosi salotti televisivi. Tutti ricordano la torta tirata in faccia a Maurizio Costanzo nel programma “Grand’Italia”,Leggi tutto
Censis
In base a una ricerca Censis – “ Il valore dell’automedicazione” – presentata al ministero della Salute emerge un dato piuttosto inquietante: almeno 15 milioni di italiani, quest’anno, hanno cercato sul Web soluzioni a piccoli e medi disturbi di salute, incappando in 8,8 milioni in autentiche fake news. Nella trappola sono finiti ben 3,5 milioni di genitori che hanno seguito quanto la Rete consigliava di fare in caso di mal di testa, raffreddore ed altri disturbi. Leggendo “Il valore dell’automedicazione” ci rendiamo presto conto della gerarchia stabilita dagli italiani quandoLeggi tutto
petrolio africa mamma bambino

Pubblicato il 18 dicembre, 2017Da Lucrezia Buccella

Nigeria: i neonati muoiono a causa delle fughe di petrolio

Le fughe di petrolio in Nigeria sono responsabili ogni anno della morte di circa 16mila neonati. A dare questa stima di dati è uno studio condotto dal Center For Economic Studies di Monaco (CESifo) e dall’Università di San Gallo, in Svizzera. I ricercatori hanno esaminato per tre anni le varie statistiche fornite dal Governo nigeriano, sia per quanto riguarda le 6mila fuoriuscite di petrolio da diverse infrastrutture, sia per i dati sanitari relativi a 23.364 madri, delle quali 2.744 vivono a meno di 10 chilometri da un’area inquinata. E’ emersoLeggi tutto
povertà sanitaria
Nel nostro Paese la povertà sanitaria è in costante aumento, l’ennesima zavorra che sottolinea il divario sempre più stridente tra i più poveri e il resto dei cittadini. In media è stato rilevato che un singolo individuo, per curarsi, spende circa 695 euro all’anno; tra la popolazione meno abbiente la cifra scende in maniera vertiginosa, arrivando a 106 euro. Come se non bastasse, fare visite, esami, o più semplicemente acquistare dei medicinali, sta via via diventando un lusso anche per coloro che non sono propriamente poveri, se almeno il 10%Leggi tutto
grande contro il cancro
C’è tempo fino al 30 novembre per aderire alla campagna sociale di Fondazione SOLETERRE Grande contro il cancro, una raccolta fondi a sostegno del PIOP (Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica). Viene richiesto il nostro contributo attraverso l’invio di un semplice SMS del valore di 2 euro al numero 45515 da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile e Coop Voce; 5 euro da rete fissa Vodafone, TWT, Convergenze; 10 euro da rete fissa PosteMobile; 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb. SOLETERRE è scesa in campo perLeggi tutto
Salute globale

Pubblicato il 13 novembre, 2017Da Valerio Roberto Cavallucci

Uniti verso la Salute Globale. Così sia! (prima parte)

Non credo di aver mai incontrato un documento così ricco di impegni solenni. “Noi, Ministri della Salute del G7 … ci impegnamo … riconosciamo … ribadiamo … continueremo …”. Non è artificio retorico per catturare l’attenzione, è quanto emerge dalla semplice lettura del comunicato dei Ministri della Salute del G7 tenutosi a Milano il 5-6 novembre 2017, dall’evocativo titolo “Uniti verso la Salute Globale: strategie condivise per sfide comuni”. Ha già commentato l’evento la nostra Patrizia Abello l’8 novembre scorso (leggi l’articolo) ma ho ritenuto utile presentare ai lettori ilLeggi tutto
fumo

Pubblicato il 12 novembre, 2017Da Redazione

Lotta al fumo: l’orsetto che tossisce a tutela delle mamme

Niente più sigarette scontate all’interno del territorio del Vaticano. A promuovere il giro di vite contro i fumatori è stato proprio papa Francesco che, pur cosciente che gli incassi relativi ai tabacchi servano ad incrementare le casse del Vaticano, ha deciso di mettere al primo posto la salute delle persone. Un segnale molto forte, quello lanciato dal Pontefice, che se non piacerà ai malati di tabagismo, senza dubbio piace a chi sa che la vita è più importante di una sigaretta. Così come lo sa la Walce Onlus (Women AgainstLeggi tutto
riso classico

Pubblicato il 12 novembre, 2017Da Redazione

Riso classico: finalmente etichetta trasparente sulle varietà

Il riso è il cereale più consumato nel mondo ma nel nostro Paese c’è sempre stata confusione riguardo alle varietà e alla provenienza: infatti abbiamo trovato molto spesso diciture diverse sulle confezioni, compresa quella di riso classico. Entro il 7 dicembre prossimo, però, verrà pubblicata in Gazzetta la nuova riforma del mercato interno del riso e l’indicazione “riso classico” sarà possibile solo nel caso sia garantita la tracciabilità di ogni varietà contenuta. Lo annuncia Coldiretti che spiega in una nota come, sotto questa dicitura, siano state commercializzate diverse varietà diLeggi tutto
G7 salute

Pubblicato il 8 novembre, 2017Da Patrizia Abello

G7 Salute a Milano, ecco le conclusioni

Una Milano blindata ha ospitato il 5 e 6 novembre il G7 Salute con la presenza dei ministri di Italia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna e Usa, oltre a numerose personalità e al commissario Ue alla Salute – il lituano Vytenis Andriukaitis – nella sede del Museo della Scienza e della Tecnica. Il comunicato finale congiunto è composto da nove pagine che condensano due giorni di discussioni serrate su temi diversi: l’impatto dei cambiamenti climatici sulla salute dell’uomo e degli animali; la salute delle donne e dei bambini; laLeggi tutto
Coldiretti

Pubblicato il 4 novembre, 2017Da Redazione

Coldiretti: la “lista nera” dei cibi da evitare

La nostra salute passa soprattutto per gli alimenti che scegliamo di mangiare e questo ormai non è più un mistero. Coldiretti ha recentemente stilato una classifica che dovrebbe aiutarci ad evitare i cibi più dannosi perché soggetti a maggiori contaminazioni: residui chimici, metalli pesanti, additivi e coloranti fra tutti. La classifica degli alimenti più dannosi può essere consultata qui ed è stata stilata sulla base delle rilevazioni del 2016 del Sistema di allerta rapido europeo (Rasff) il cui compito è quello di segnalare agli Stati membri anomalie di questo genere.Leggi tutto