palestina Tag

Vittorio-Arrigoni

Pubblicato il 15 aprile, 2018Da Redazione

In ricordo del coraggio di Vittorio Arrigoni

15 aprile 2011 – A Gaza (in Palestina) viene rinvenuto il corpo senza vita di Vittorio Arrigoni, attivista per la pace, giornalista e scrittore. Membro attivo dell’International Solidarity Movement, di cui faceva parte anche l’americana Rachel Corrie uccisa da una ruspa israeliana nel marzo 2003, Vittorio Arrigoni si era stabilito a Gaza dal 2008 dove non suscitava simpatie né dell’estrema destra israeliana né dei salafiti islamici che lo consideravano troppo vicino al governo di Hamas. In realtà Arrigoni, attraverso il suo blog e le corrispondenze per “Il Manifesto”, raccontava le sofferenzeLeggi tutto
folke-bernadotte

Pubblicato il 2 gennaio, 2018Da Redazione

Nasce Folke Bernadotte, conoscere le sue imprese è un dovere

2 gennaio 1895 – Nasce a Stoccolma Folke Bernadotte, un eroe che pochi conoscono e a cui noi vogliamo restituire la paternità delle sue imprese a favore dell’umanità. Politico, gran diplomatico, durante la Seconda guerra mondiale è prima tenente e poi maggiore, ruolo che sfrutta per addestrare gli eserciti nella difesa antiaerea ma soprattutto come assistenti medici. Non a caso, fino al 1946 è presidente della Croce Rossa. Quest’uomo, da molti considerato come un Martin Luther King svedese, riesce a liberare 15.000 persone, tra cui molti ebrei, dai campi diLeggi tutto
freccia gerusalemme

Pubblicato il 13 dicembre, 2017Da Valerio Roberto Cavallucci

Gerusalemme non può essere la capitale della divisione e dell’odio

Gerusalemme è la capitale dello Stato di Israele? Certo, secondo la legge fondamentale israeliana, ma non per le Nazioni Unite e per molti Stati che hanno collocato a Tel Aviv le loro ambasciate. Forse Gerusalemme non sarà la capitale di Israele per le risoluzioni internazionali ma, di certo, lo è per la storia e, quindi, nessuno può ragionevolmente contraddire Netanyahu quando afferma che “Gerusalemme è sempre stata capitale di Israele”. E Gerusalemme è la capitale della Palestina? Certamente no, perché non esiste uno Stato palestinese. Ma sarebbe giusto lo fosse?Leggi tutto
gerusalemme

Pubblicato il 29 novembre, 2017Da Redazione

Verso la nascita di Israele

29 novembre 1947 – La Seconda guerra mondiale è finita da 2 anni e occorre ridisegnare una nuova geografia. In questo contesto si inserisce la risoluzione numero 181 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che decide la spartizione della Palestina. Così nasce uno Stato arabo e uno ebraico. Quanto a Gerusalemme, essa viene sottoposta al controllo internazionale. Con tali premesse l’anno successivo sarebbe nato Israele. Israele diverrà presto terreno di scontro da parte degli Stati arabi che sosterranno, attraverso l’invio di militari, la causa palestinese. Il più che noto conflitto arabo-israelianoLeggi tutto
Nana Ashour
Una ragazza come tante, 16 anni e un sogno nel cassetto da realizzare: diventare una grande batterista. Forse ne conoscerete tanti di giovani che studiano musica a questo scopo, ma questa è una storia diversa alla quale non siete abituati. Lei infatti si chiama Nana Ashour e non vive né in Italia né negli Stati Uniti ma a Gaza, dove sapete che infuria una guerra dalla notte dei tempi. Una passione, quella per la musica, nata in Egitto dove la ragazza ha vissuto fino al 2014. Qui ha avuto laLeggi tutto
stencil del Papa
Molte persone non sanno che a Betlemme c’è un muro, un muro diventato simbolo di ingiustizia, male e violenza in Palestina. Ed ecco che su questo stesso muro spunta uno stencil di papa Francesco realizzato da un gruppo di artisti stranieri. Ricorrendo alla street art questi artisti vogliono raccontare la storia di questo territorio e lanciare un messaggio di speranza, amore, pace e verità che superi l’odio, la violenza e le menzogne. L’immagine del Papa non è stata scelta a caso in quanto egli stesso è andato a pregare suLeggi tutto
Hanan al-Hroub
Un’insegnante palestinese di Betlemme, Hanan al-Hroub, ieri 13 marzo è stata eletta la migliore insegnante del mondo vincendo l’ambito “Global Teacher Prize 2016”, ossia quello che viene definito “il premio nobel per gli insegnanti”, realizzato dalla Varkey Foundation. A dare l’annuncio è stato Papa Francesco.Leggi tutto

Pubblicato il 14 settembre, 2015Da Antonella Luccitti

Ue: stanziati 440 milioni di euro per sostenere i Paesi del Sud

Ammontano complessivamente a oltre 440 milioni di euro le risorse stanziate dall’Unione Europea per sostenere interventi di sviluppo nei Paesi del Mediterraneo del Sud e a favore dei rifugiati.Leggi tutto