ong Tag

ebola

Pubblicato il 22 maggio, 2018Da Milena Pennese

L’ebola è tornata, il Congo trema

L’ebola è tornata. A mietere vittime in una delle Terre più povere del nostro pianeta, nella Repubblica Democratica del Congo, in Africa. Si tratta della nona epidemia a cominciare dal neanche troppo lontano 1976, quando cioè venne scoperta la famiglia di virus che causa febbre emorragica, già responsabile di centinaia di vittime in Sudan e nello Zaire. Le ultime notizie si riferiscono a un primo focolaio scoperti a Bikoro, una piccola cittadina vicino al lago Tumba nella parte nordorientale del Paese. Tuttavia è purtroppo notizia recentissima, diramata dal ministro dellaLeggi tutto
greenpeace
Al Salone Internazionale del libro di Torino, Greenpeace Italia ha presentato il suo libro “Greenpeace. I guerrieri dell’arcobaleno in Italia”. La narrazione tratta proprio di guerrieri, i volontari, che non si arrendono mai. Infatti nel primo capitolo del volume si possono leggere le parole dell’allora presidente di Greenpeace International David McTaggart espresse al Time e riferite dal suo assistente Brian Fitzgerlad: «Tenete a mente la cosa principale: state combattendo per portare i nostri bambini tutti interi nel Ventunesimo secolo. Oltre a questo, al diavolo le regole». A partire quindi dallaLeggi tutto
salvezza

Pubblicato il 15 maggio, 2018Da Patrizia Abello

“Salvezza” il fumetto sui salvataggi in mare

Sulla nave di soccorso Acquarius di Sos Méditerranée sono saliti i due fumettisti Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso che vi hanno trascorso 19 giorni per realizzare un libro a fumetti dal titolo “Salvezza”. Della nave Aquarius abbiamo scritto recentemente in questo articolo e in quei 19 giorni Rizzo e Bonaccorso hanno partecipato a 4 missioni di salvataggio, con il desiderio di raccontare questi avvenimenti. Non è la loro prima esperienza del genere, avendo già realizzato il fumetto su Peppino Impastato e quelli su Ilaria Alpi, ma questa, raccontano, è stata un’esperienzaLeggi tutto
L'Africa Chiama

Pubblicato il 5 aprile, 2018Da Patrizia Abello

L’Africa Chiama Onlus, al via il corso per conoscere l’Africa

L’Africa Chiama Onlus è una Ong ed ha avuto inizio grazie a un gruppo di famiglie di Fano (Pesaro e Urbino) che hanno deciso di aprirsi all’accoglienza per bambini e ragazzi dello Zambia bisognosi di cure mediche. È stata costituita giuridicamente nell’anno 2001 come associazione missionaria di volontariato. L’intento dell’associazione è principalmente quello di contribuire a ridurre il divario tra il Nord e il Sud del nostro pianeta e soprattutto contribuire alla creazione di un mondo nel quale siano garantiti a tutti – soprattutto ai bambini – il rispetto deiLeggi tutto
Bardonecchia

Pubblicato il 4 aprile, 2018Da Antonella Luccitti

Bardonecchia: il problema sono davvero i doganieri?

Le vacanze di Pasqua, nelle cattoliche Italia e Francia, sono state turbate da un “incidente” definito imbarazzante e increscioso da molti, a cominciare dal nostro ministro degli Esteri. Parliamo del caso Bardonecchia che, alla vigilia della giornata dedicata alla pace e alla resurrezione, ha creato un gelo tra i due Paesi confinanti che rischia di andare avanti ancora per molto. Servizi alla tv, pagine intere di giornali e perfino una serie di meme sui social network hanno sviscerato la questione che, almeno in Italia, sembra aver messo d’accordo anche gli schieramentiLeggi tutto
Guinea Bassau

Pubblicato il 7 marzo, 2018Da Patrizia Abello

Mani Tese: un progetto per le donne in Guinea Bissau

Mani Tese, una Ong molto conosciuta, presenterà nei prossimi giorni il progetto “Libere dalla violenza: diritti ed emancipazione per le donne in Guinea Bissau“. Intanto spieghiamo che Mani Tese è anche una Onlus ed è riconosciuta come ente morale, dotata dello status consultivo presso il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC); opera in Africa, Asia e America del Sud  sin dal lontano 1964 e mai ha smesso di adoperarsi per il più deboli. Veniamo ora al motivo della scelta della Guinea Bissau: secondo il rapporto del 2015 dell’Leggi tutto
aiuti umanitari

Pubblicato il 4 marzo, 2018Da Lucrezia Buccella

Agire: gli aiuti umanitari crescono ma si deve fare di più

Gli aiuti umanitari globali sono in crescita, è stata raggiunta la cifra di 27,2 miliardi di dollari (+6%). Ma nonostante questo la cifra non è sufficiente a coprire il fabbisogno di quelle popolazioni colpite dai conflitti e dalle catastrofi naturali. La spesa militare mondiale ha raggiunto i 1.686 miliardi di dollari annui, oltre 60 volte il valore dell’assistenza umanitaria e gli aiuti sono destinati a diminuire ulteriormente a causa della decisione di Trump di tagliare gli stanziamenti USA, primo donatore al mondo. Questo è quanto emerge dal rapporto di Agire, unaLeggi tutto
pari opportunità
Dal primo gennaio 2018 in Islanda è entrata in vigore una legge, approvata nel marzo 2017, che impone la pari opportunità assoluta – gender equality – tra uomo e donna. In particolare l’attenzione di questa legge è focalizzata, in aziende con almeno 25 dipendenti, su una pari ed equa retribuzione a parità di lavoro. L’Islanda da tempo è considerata il primo Paese al mondo per quanto riguarda la condizione della donna, perseguendo una politica di protezione effettiva nei confronti delle donne e lottando contro ogni discriminazione. Attualmente alla guida delLeggi tutto
Libia

Pubblicato il 15 dicembre, 2017Da Milena Pennese

Migranti Libia: l’accusa di Amnesty International all’Ue

Amnesty International non fa sconti a nessuno e pubblica un rapporto intitolato “La rete oscura della collusione in Libia” (qui il documento) nel quale elenca le complicità e le collusioni dei governi europei riguardo le sistematiche violazioni dei diritti umani nei confronti dei migranti rimasti in Libia. Secondo l’Ong la cooperazione dei governi dell’Unione Europea con le autorità libiche, comprese le guardie costiere, ha consentito le terribili condizioni che i migranti stanno affrontando nel Paese africano. Infatti si legge nel rapporto che «i governi europei sono consapevolmente complici della tortura eLeggi tutto
coopi

Pubblicato il 24 novembre, 2017Da Antonella Luccitti

Aiuta un guerriero: la campagna di COOPI per i bambini

In occasione della Giornata mondiale dell’infanzia abbiamo ricordato, attraverso un rapporto di Unicef, le precarie condizioni di vita di milioni di bambini in diversi Paesi del mondo, soprattutto in quelli colpiti dai conflitti (leggi l’articolo). Bambini che rischiano la vita ogni giorno, ma che anche quando sopravvivono, non hanno la possibilità di andare a scuola e quindi di costruirsi un futuro dignitoso. Numeri di Unicef e Unhcr alla mano, sono ben 37 milioni i piccoli di età compresa tra 6 e 10 anni che non siedono sui banchi di scuola.Leggi tutto