moda Tag

francesco the s-hope

Pubblicato il 30 dicembre, 2017Da Lucrezia Buccella

Francesco The s-hope: quando la moda incontra la solidarietà

“Francesco the s-hope” è l’iniziativa nata dall’idea di un gruppo di ragazzi toscani che recuperano capi di moda, li vendono online e donano il ricavato in beneficenza. Nella vetrina del loro negozio non si coglie nessuna differenza con altri siti di moda e glamour, ma al contrario di questi ultimi lo scopo di questi ragazzi è ben diverso. Francesco The s-hope vuole combattere lo spreco, che ormai è presente in tutti i frangenti della nostra vita, specialmente nel mondo della moda e dell’abbigliamento. Questi ragazzi dedicano il loro tempo aLeggi tutto
calimala

Pubblicato il 1 dicembre, 2017Da Roberta De Nardis

Calimala: un progetto tra arte, sociale e crowdfunding

“Non tutti possono diventare grandi artisti ma un grande artista può celarsi in ognuno di noi”. Bellissima citazione – tratta dal film di animazione Ratatouille – che vorrei accostare a questo progetto molto interessante, che fonde insieme arte, sociale e crowdfunding: Calimala – Atelier del tessuto. La cooperativa sociale Kepos, che opera per la crescita globale e per il miglioramento di vita delle persone diversamente abili, da 13 anni si occupa di aiutare dei ragazzi disabili, seguiti da personale specializzato, a creare delle vere e proprie opere d’arte attraverso tele, coloriLeggi tutto
abiti puliti

Pubblicato il 30 novembre, 2017Da Antonella Luccitti

Campagna Abiti Puliti: i grandi marchi sfruttano i lavoratori europei

I vestiti che indossiamo sono puliti? Una domanda che potrà sembrarvi strana e alla quale sicuramente sarete portati a rispondere “sì”. Ma avere abiti puliti non significa solo che essi siano freschi di bucato e privi di cattivi odore o di macchie. Significa soprattutto che per realizzarli non sia stata messa in atto nessuna forma di sfruttamento lavorativo. Ed è qui che nascono i primi problemi, perché chi di noi potrebbe metterci la mano sul fuoco? A focalizzare l’attenzione su questo tema è il nuovo rapporto della Clean Clothes Campaign,Leggi tutto
moda sociale

Pubblicato il 25 ottobre, 2017Da Redazione

Fondazione Bracco: la moda sociale sfila a Milano

L’emancipazione, la solidarietà, il riscatto sociale sfilano in passerella nel tempio del costume e della moda milanese. Un evento imperdibile quello in programma sabato 27 e domenica 28 ottobre 2017 a Palazzo Morando, dove la Fondazione Bracco, con il patrocinio del Comune di Milano e della Camera Nazionale della Moda Italiana, darà vita a “Milano Moda per il Sociale”. Si tratta di una preziosa iniziativa che coniuga alto artigianato e solidarietà, dando la possibilità a tre sartorie sociali di mettere in mostra i propri lavori. «Milano Moda per il Sociale nasce “oltreLeggi tutto
moda

Pubblicato il 26 settembre, 2017Da Redazione

Moda: il riciclo non basta per una vera economia circolare

L’economia circolare è non solo un atto di responsabilità ma anche una necessità, sempre che si voglia ridurre l’impatto ambientale delle tante industrie mondiali. Tra queste, una delle più inquinanti al mondo è quella che fa riferimento alla moda e, nel suo rapporto, “Fashion at the crossroads”, Greenpeace spiega come le misure messe in campo fino a questo momento non abbiano prodotto risultati soddisfacenti. Sostanzialmente manca un passaggio fondamentale per arrivare alla circolarità, ed è l’utilizzo eccessivo di materie prime; da soli, il recupero dei rifiuti e l’eliminazione delle sostanzeLeggi tutto
Ultra III
Si chiamano Ultra III, sono completamente ecologiche, rigorosamente di un solo colore – verde – e già in commercio da luglio. Ma soprattutto sono le prime scarpe al mondo realizzate grazie ad una schiuma composta da alghe. A lanciarle è stata l’azienda britannica Vivobarefoot, specializzata proprio nell’ideazione di prodotti dal basso o nullo impatto ambientale. Come il brand inglese, altri grandi marchi sono sempre più decisi nel puntare a un tipo di moda che sia confortevole ma allo stesso tempo sostenibile, realizzando quindi scarpe o accessori privi dei classici derivatiLeggi tutto
mymantra
Lo stile di vita green e vegano spesso non vanno d’accordo con la moda. Pelle, pellicce e materiali di origine animale vengono ancora molto utilizzate nel settore dell’abbigliamento e per persone dalla forte etica, che vogliono rispettare la natura e gli animali, essere delle “fashion victim” può essere complicato. Ci ha pensato una giovane stilista romana, Marta Antonelli, che appena uscita dall’Istituto Europeo di design insieme al padre ha fondato la startup MyMantra srl, e ha unito le due cose brevettando un materiale che sembra pelle ma che in realtàLeggi tutto
crafting-the-future

Pubblicato il 27 settembre, 2016Da Redazione

Crafting the Future: con Cangiari la moda etica fa cultura

È in corso a Milano la settimana della moda, il celebre evento che si tiene due volte nel corso dell’anno nel capoluogo lombardo. Nell’ambito di un contesto molto seguito da ogni parte del mondo, quest’anno ha fatto il suo debutto “Crafting the Future”, progetto curato da Franca Sozzani e realizzato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, supportata dal Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ICE. Al centro dell’attenzione l’artigianalità e l’innovazione, fuse insieme in una forma nuova con una particolare attenzione alla sostenibilità. Una filosofia innovativa, che coniuga le antiche tecnicheLeggi tutto
Global Change Award

Pubblicato il 5 settembre, 2016Da Redazione

Global Change Award: quando la moda diventa sostenibile

Contribuire alla salvaguardia del Pianeta attraverso la moda si può. Ne è convinta la H&M Foundation che in questi giorni ha lanciato la seconda edizione del Global Change Award, un  premio da un milione di euro per stimolare progetti che possano accelerare il passaggio da un modello lineare a uno circolare nell’industria della moda. Dopo il successo della prima edizione – quando a partecipare furono più di 2700 soggetti proponendo altrettante idee innovative provenienti da 112 Paesi del mondo, mentre a dividersi il premio furono i 5 vincitori decretati ancheLeggi tutto
bonito

Pubblicato il 29 luglio, 2016Da Redazione

Arte e moda si incontrano a Bonito

Anche la moda è una forma di arte, soprattutto se attingiamo dal made in Italy dove i grandi stilisti hanno sempre fatto la differenza portando sulle passerelle internazionali il gusto e la raffinatezza italiana. Tra questi c’è senza dubbio Salvatore Ferragamo, “il calzolaio dei sogni”, che partito dal suo paese di origine, Bonito (Avellino) ha visto le sue creazioni ai piedi di milioni di donne in tutto il mondo. Ed è proprio qui, in questo paesino campano, che fino al 31 agosto sarà possibile ammirare la mostra “Impronte“, allestita nelLeggi tutto