Miran Hrovatin Tag

Omar Hatem

Pubblicato il 18 luglio, 2017Da Redazione

Foto di Omar Hatem

therese du campo

Pubblicato il 17 luglio, 2017Da Redazione

Foto di Therese Du Campo

Matteo Bastianelli

Pubblicato il 16 luglio, 2017Da Redazione

Foto di Matteo Bastianelli

Amid Heyadatullah

Pubblicato il 15 luglio, 2017Da Redazione

Foto di Amid Heyadatullah

alpi freccia

Pubblicato il 12 luglio, 2017Da Antonella Luccitti

Caso Alpi e Hrovatin: non uccidiamoli ancora una volta!

“Omicidio Ilaria Alpi e Miran Hrovatin: dopo 23 anni la Procura chiede l’archiviazione”. Un titolo che rimbalza su tutti i telegiornali e un sentimento di rabbia, misto a delusione, che mi prende allo stomaco. Un’indignazione tale che mi spinge a dedicare l’editoriale di questa settimana proprio a questo ennesimo schiaffo a mano aperta inferto a chi da un quarto di secolo si batte per avere verità e giustizia per i due operatori dell’informazione uccisi a Mogadiscio (Somalia) il 20 marzo del 1994. Uccisi, e non morti, nelle polverose strade somale.Leggi tutto
Ilaria Alpi
24 maggio 1961 – A Roma nasce Ilaria Alpi, giornalista Rai e inviata di guerra. Il suo è un giornalismo d’inchiesta, per questo viene spesso mandata dalla televisione pubblica sugli scenari di guerra, tra Libano, Kuwait e Somalia. È proprio in quest’ultimo luogo che ha origine uno dei fatti più misteriosi della storia italiana. Alpi si trova nella capitale somala di Mogadiscio, insieme all’operatore freelance Miran Hrovatin, su incarico della Rai per seguire la fine della missione umanitaria Restore Hope. Contemporaneamente, però,  la giornalista romana da tempo ormai è ancheLeggi tutto
hashi-omar-hassan
Può una bella notizia suscitare allo stesso tempo sollievo, rabbia e amarezza? Sì, se ci sono una madre, una moglie e un figlio che da oltre 22 anni attendono verità e giustizia per i loro cari. Sì, se c’è un padre che è morto prima di arrivare a quella verità per cui ha lottato tanto. Sì, se c’è un giovane innocente che ha trascorso in carcere ben 17 anni. E sì, se due validissimi operatori della comunicazione sono stati ingiustamente strappati alle loro vite e sottratti al mondo del giornalismo.Leggi tutto