Lsd Tag

Sostanze-Stupefacenti

Pubblicato il 18 giugno, 2018Da Lucrezia Buccella

Depressione: le sostanze stupefacenti come possibile cura in futuro?

I neuroni, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti come l’LSD, aumentano le loro ramificazioni verso l’esterno e infoltiscono le sinapsi con altre cellule. Per cui si altera la struttura dei neuroni stessi. La conferma di questa proprietà arriva da uno studio pubblicato su “Cell Reports”, effettuato su colture cellulari e in alcuni esperimenti animali (non sull’uomo). Le fibre nervose che si ramificano dal neurone (dendridi) aumentano di densità grazie a queste sostanze e, inoltre, aumentano anche le sinapsi, i punti di connessione tra i neuroni. Tutto questo potrebbe aiutare nel trattamentoLeggi tutto
ecstasy
Si era già scoperto, tramite studi mirati, che alcune sostanze stupefacenti potevano aiutare in determinate terapie mediche. Si è trovato quindi un utile impiego della Cannabis contro gli effetti collaterali importanti della chemioterapia, l’uso della Ketamina contro il disturbo bipolare e l’Lsd per combattere efficacemente l’ansia. È ora la volta dell’utilizzo dell’Ecstasy per combattere la sindrome da stress post traumatico, che riceve il titolo di «terapia rivoluzionaria» (breaktrough therapy) da parte dell’FDA degli Usa, la più importante agenzia mondiale che si occupa di prodotti alimentari e farmaci. Questo titolo –Leggi tutto