lavoratori Tag

statuto-lavoratori

Pubblicato il 20 maggio, 2018Da Redazione

In Italia viene emanato lo Statuto dei lavoratori

20 maggio 1970 – Lo Statuto dei lavoratori è una delle norme principali del diritto del lavoro italiano. La sua introduzione regola i rapporti tra datori di lavoro, lavoratori e rappresentanze sindacali. La legge è figlia delle numerose richieste di un cambiamento sociale, dopo il ’68 e il cosiddetto autunno caldo del 1969. Lo Statuto dei lavoratori sancisce la libertà di opinione del lavoratore e limita gli eccessi del datore di lavoro, in maniera particolare nell’ambito delle forme di controllo. Inoltre, il legislatore riconosce ai sindacati la libertà di mediareLeggi tutto
infortuni

Pubblicato il 30 gennaio, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

Incidenti, infortuni, malattie professionali

Prendiamo in esame soltanto alcune notizie degli ultimi 15 giorni. Il 16 gennaio il caso “Lamina”. Quattro morti in un tragico incidente nella ditta di materiali ferrosi di Milano. “L’azienda Lamina ha un forno che si trova a due metri sotto il livello stradale, è utilizzato per la fusione di materiale ad altissime temperature. Oggi pomeriggio i quattro operai – italiani di 43, 49, 58 e 62 anni – avevano il compito di pulirlo dai residui di lavorazione ma poco dopo aver iniziato il lavoro, intorno alle 16.50, sono stati avvoltiLeggi tutto
amianto
Di amianto si continua a morire, benché la sua vendita sia stata vietata a partire dal 1992. I nuovi dati epidemiologici diffusi dall’Osservatorio nazionale amianto (Ona) mostrano un aumento netto delle malattie derivanti da questo pericoloso materiale: 1.800 casi nel 2015 e 1.900 nel 2016. Perché un così forte peggioramento? Colpa delle importazioni italiane di amianto grezzo che, fino al 1991, hanno superato la soglia di 50.000 tonnellate, mentre il periodo in cui l’asbesto è stato maggiormente utilizzato è quello compreso tra il 1960 e il 1985. Ora, tenendo contoLeggi tutto
James L. Stanfield

Pubblicato il 12 maggio, 2017Da Redazione

Foto di James L. Stanfield

Welfare aziendale: i lavoratori italiani sono più che soddisfatti
Buone notizie sul fronte del welfare aziendale. Il 62% dei lavoratori italiani manifesta un giudizio assolutamente positivo sull’adozione di programmi di welfare nella propria azienda. A rilevarlo sono i dati della ricerca Doxa-Edenred 2016 sullo stato del welfare aziendale in Italia. Nello specifico dell’indagine, risulta che rispetto alla fascia di età, la percentuale più alta di fiducia la esprimono i dipendenti compresi tra i 50-65 anni con il 64%. Distanziati di un solo punto percentuale troviamo le fasce d’età più giovani: 18-19 anni e 30-39 anni, con il 63%. LaLeggi tutto
ferie solidali
Trascorrere intere giornate di lavoro, fianco a fianco, offre la possibilità ai lavoratori di entrare in confidenza, condividere storie personali, affrontare i propri problemi e instaurare belle e durature storie di amore o di amicizia. Un esempio eclatante di ciò che accade quotidianamente in migliaia di luoghi di lavoro italiani arriva dalla provincia di Vincenza dove in questi giorni i quotidiani locali hanno raccontato una bellissima storia di amicizia, empatia e solidarietà. Tutto accade a Marostica, dove una lavoratrice di 30 anni, madre di una bambina di 6 anni colpitaLeggi tutto
boom delle imprese sociali in europa

Pubblicato il 29 ottobre, 2016Da Redazione

Boom delle imprese sociali in Europa

In Europa il numero di imprese sociali è in crescita e le stesse sono impegnate in nuovi settori. Molti Paesi stanno introducendo nuove leggi e azioni di sostegno volte a favorire lo sviluppo delle imprese sociali. Questo è quanto emerge dal “Social enterprises and their eco-systems: A European mapping report” della Commissione europea, coordinato da Euricse per la parte italiana, che ha dato seguito al primo Mapping study, realizzato nel 2014, avente come scopo quello di migliorare la qualità dei risultati contenuti in sette dei 29 rapporti nazionali elaborati nelLeggi tutto
Legalità nel lavoro di welfare

Pubblicato il 18 settembre, 2016Da Valerio Roberto Cavallucci

Legalità nel lavoro di welfare

La notizia non è certo da prima pagina ma, sicuramente, merita la nostra attenzione. Mi riferisco all’incontro organizzato il 15 settembre a Firenze da Legacoop Sociali Toscana e da UP Umana Persone, rete di imprese sociali che forniscono interventi socio-assistenziali, sanitari, educativi. Il tema è di grande rilievo: “Lavoro, welfare, legalità”. Ne hanno discusso l’ex-magistrato Giancarlo Caselli, Eleonora Vanni, presidente dell’area welfare di Legacoop Toscana, Luca Terrosi, presidente UP Umana Persone, Vittorio Bugli, assessore alla presidenza della Regione Toscana e il presidente di Res.Int e Kit SchollFao Angelo Righetti. “ConLeggi tutto
1-maggio-2016

Pubblicato il 1 maggio, 2016Da Valerio Roberto Cavallucci

Forse non ve ne siete accorti, ma oggi è il Primo Maggio!

Ho sentito l’esigenza di dedicare un momento di riflessione a questo strano Primo Maggio. Il lavoro non è tema di moda e, quindi, la festa del lavoro da tempo è passata in secondo piano. Quest’anno, ironia del calendario, il Primo Maggio cade di domenica e se non fosse per i concertoni, siano ufficiali o alternativi, non ci saremmo neppure accorti di questa scadenza. Ho cercato di guardarmi attorno ma non sono riuscito a trovare un documento, una “piattaforma” – per usare un termine desueto –, qualcosa che segnalasse una battaglia,Leggi tutto
carta-dei-diritti-universali-del-lavoro

Pubblicato il 13 aprile, 2016Da Valerio Roberto Cavallucci

Il nuovo Statuto dei Lavoratori secondo CGIL

Novantasette articoli, 29 pagine, migliaia di assemblee, decine di migliaia di iscritti, tre mesi di consultazioni, dal 18 gennaio al 18 marzo. Questi i numeri che accompagnano la presentazione della “Carta dei diritti universali del lavoro. Nuovo statuto di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori”. E adesso, dopo la presentazione pubblica del 9 aprile, migliaia di volantini distribuiti nei gazebo allestiti in tutta Italia, oltre mille iniziative programmate nelle piazze del Paese per chiedere ai cittadini di sostenere la proposta di legge di iniziativa popolare lanciata dalla CGILLeggi tutto