immigrazione Tag

Orienta
Si chiama Orienta – Strumenti di orientamento al lavoro per richiedenti asilo – ed è quanto di più concreto possa esistere per rifugiati, migranti e, appunto, richiedenti asilo per comprendere come cercare un lavoro in Italia. È certamente un progetto pregevole per la sua immediatezza dal momento che si tratta di un video, semplice da comprendere nei suoi passaggi e molto lineare. Un lavoro sinergico, realizzato grazie alla cooperativa sociale Abantu, in collaborazione con la cooperativa sociale Lai-momo con il finanziamento della Chiesa Valdese. Orienta è chiaramente multilingue e SerenaLeggi tutto
Schengen
26 marzo 1995 – Entra in vigore il trattato di Schengen che regola l’apertura delle frontiere tra i Paesi firmatari. In un’Europa al momento divisa tra politiche di accoglienza e nazionalismi che alzano barriere e fili spinati è doveroso ricordare cosa prevedesse tale trattato quando fu stipulato. La Convenzione si compone di 142 articoli, che riguardano sostanzialmente i seguenti settori: il termine dei controlli alle frontiere e la circolazione delle persone, la cooperazione tra polizie e cooperazione giudiziaria in materia penale e di estradizione, la creazione di un sistema diLeggi tutto
tutori volontari

Pubblicato il 1 marzo, 2018Da Redazione

Tutori volontari: in Puglia la prima banca dati d’Italia

Una banca dati aggiornata in grado di ottimizzare tempi e risorse. È questa l’iniziativa promossa in Puglia in relazione ai tutori volontari di minori stranieri non accompagnati, la figura istituita nel 2017 con la Legge Zampa di cui abbiamo più volte parlato, anche intervistando l’Autorità  Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Filomena Albano (leggi l’articolo). La banca dati è stata presentata nei giorni scorsi a Bari, in occasione della prima assemblea regionale dei tutori volontari radunati da tutta la Puglia, e consentirà di avere sempre aggiornato l’elenco degli adolescenti in cerca di assistenza eLeggi tutto
diseguaglianze

Pubblicato il 28 febbraio, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

L’assordante silenzio sulle diseguaglianze

Le diseguaglianze hanno assunto dimensioni estreme. Oxfam ha fornito dati aggiornati pochi giorni prima del Forum economico mondiale di Davos. “L’82% dell’incremento di ricchezza netta registratosi tra marzo 2016 e marzo 2017 è andato all’1% più ricco della popolazione globale, mentre a 3,7 miliardi di persone che costituiscono la metà più povera del mondo non è arrivato un solo centesimo”. E in Italia? “A metà 2017 il 20% più ricco degli italiani deteneva oltre il 66% della ricchezza nazionale netta, il successivo 20% ne controllava il 18,8%, lasciando al 60%Leggi tutto
richieste di asilo

Pubblicato il 26 febbraio, 2018Da Lucrezia Buccella

Richieste di asilo: respinte più della metà in Italia

In Italia siamo arrivati al più alto numero di richieste di asilo finora registrato. Sono 130mila le domande di accoglienza da parte dei migranti per avere asilo e protezione nel nostro Paese nel 2017, ma il 52,4% di esse sono state rifiutate. Nel 2016 l’aumento non era stato particolarmente eccessivo, a causa di un calo nel periodo in cui gli sbarchi dalla Libia erano diminuiti. I dati in questione, si riferiscono ad ogni individuo, di qualsiasi Paese, che volesse entrare in Italia, ma tra le nazionalità più presenti abbiamo nigeriani, bangladesiLeggi tutto
civicozero

Pubblicato il 2 febbraio, 2018Da Antonella Luccitti

Save the Children apre un nuovo “CivicoZero” a Catania

Buone notizie in tema di tutela dell’infanzia e dell’adolescenza. La rete CivicoZero di Save the Children si arricchisce di un nuovo centro diurno, aperto a Catania, dedicato alla promozione dell’integrazione dei minori stranieri non accompagnati presenti sul territorio e in particolare di quelli maggiormente vulnerabili e a rischio di violenze, abusi o sfruttamento. La nuova struttura, che ha aperto i battenti questa settimana in un locale al piano terra a pochi passi dalla Stazione Centrale (una delle zone più frequentate dai minori stranieri non accompagnati), entra a far parte diLeggi tutto
i get you

Pubblicato il 12 gennaio, 2018Da Lucrezia Buccella

“I get you”: la bellezza dell’Europa che accoglie

“I get you” è l’iniziativa lanciata da Jesuit Refugee Service che ha individuato le iniziative locali che facilitano l’incontro tra rifugiati e cittadini. Diverse sono le testimonianze dei rifugiati in Italia che dimostrano le attività di integrazione tra essi e i cittadini. Come Madia Seydi  che dal Senegal ha attraversato diversi Paesi e ha lavorato in vari settori prima di arrivare in Italia ed essere accolto nello Sprar di Contrada Merino di Marsala. Oggi, a 19 anni, vorrebbe fare l’archeologo. Oppure, Shadam, 30 anni, che va nelle scuole a parlare agliLeggi tutto
Ero Straniero - l'umanità che fa bene

Pubblicato il 7 dicembre, 2017Da Milena D'Aquila

Ero straniero: la nuova proposta di legge arriva in Parlamento

Novantamila mila firme raccolte in 6 mesi, 4 mila banchetti allestiti in tutta Italia e 150 sindacati a sostegno. Sono questi i numeri del successo ottenuto dalla campagna di raccolta firme Ero straniero – l’umanità che fa bene promossa dai Radicali Italiani e di cui avevamo già parlato nei mesi scorsi in un approfondimento. L’iniziativa popolare del partito fondato da Marco Pannella e attualmente guidato con fermezza da Emma Bonino ha un obiettivo: superare l’attuale legge Bossi-Fini in materia di immigrazione, riformare il sistema di accoglienza e introdurre canali legali eLeggi tutto
freccia rancore

Pubblicato il 6 dicembre, 2017Da Antonella Luccitti

Italiani smettiamola di provare tutto questo rancore!

Ognuno costruisce il suo sistema di piccoli rancori irrazionali, di cosmi personali scordando che poi infine tutti avremo due metri di terreno. Quanta verità in questa frase di una delle canzoni a mio avviso più belle di Francesco Guccini. C’è un sentimento peggiore del rancore? Probabilmente no. Il rancore, infatti, ci logora dentro senza risolvere i nostri problemi, ci rende più duri, astiosi, sospettosi e irascibili rendendo la nostra vita più triste, spesso senza alcun motivo. Eppure sembra proprio che nel nostro Paese le persone animate dal rancore siano piùLeggi tutto
Afghanistan
Amnesty International lancia l’allarme: «I governi europei stanno aumentando i rimpatri forzati di richiedenti asilo in Afghanistan e migliaia di persone, in spregio alle norme del diritto internazionale, sono costrette a tornare esattamente nei luoghi da cui erano fuggite». Attraverso un rapporto molto ben documentato, l’organizzazione internazionale riporta svariate testimonianze di famiglie che hanno spiegato l’enormità dei traumi dopo essere state rimpatriate dall’Europa. Un orrore e, insieme, un miracolo che siano sopravvissute per raccontarlo. La situazione, come spiega Amnesty, è ancora più grave se si aggiunge che i rimpatri forzatiLeggi tutto