donne Tag

argentina

Pubblicato il 17 giugno, 2018Da Milena Pennese

Argentina: la Camera approva legge sull’aborto

Svolta storica in Argentina: la Camera dei deputati ha approvato la legge che introdurrebbe il diritto di interruzione volontaria della gravidanza. Si è trattata di una vittoria di misura, con 131 voti a favore, 123 contrari e un’astensione. Dopo l’Irlanda (leggi l’articolo) un altro Paese dalla forte tradizione cattolica sta muovendo di fatto i primi passi per rendere effettivo il diritto all’aborto. Si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione per i diritti delle donne argentine. L’ultima parola spetta però al Senato che deciderà se dare seguito o meno aLeggi tutto
London Breed
Per la prima volta nella sua storia, la città di San Francisco in California ha eletto come sindaco una donna afroamericana. Lei è London Breed, del partito dei Democratici, e incarna due peculiarità rare da trovare insieme, anche nella modernissima California. London Breed ha vinto battendo al ballottaggio Mark Leno, anch’egli del partito dei Democratici. Qualora avesse vinto quest’ultimo non sarebbe tuttavia stata una vittoria di poco conto, dal momento che Leno è dichiaratamente gay e indubbiamente anche questo sarebbe stato un buon messaggio. Non sarà semplice per London BreedLeggi tutto
100donne_logo

Pubblicato il 5 giugno, 2018Da Antonella Luccitti

Poche donne esperte nei media: ecco dove trovarle

In tv – lo sappiamo bene – si parla di tutto: dalla politica alla scienza, passando per l’economia e la salute. I programmi televisivi, ma anche le radio e la carta stampa, si avvalgono spesso dei contributi di esperti che mettono a disposizione le proprie conoscenze e competenze per affrontare e a volte spiegare e semplificare concetti complessi. Ma quasi sempre, a dare il proprio punto di vista sono esperti in giacca e cravatta. Stando ai risultati del Global Media Monitoring Project 2015 (GMMP), radio, stampa e TV italiane dannoLeggi tutto
nuovo governo

Pubblicato il 1 giugno, 2018Da Milena Pennese

È nato il nuovo governo italiano

È finalmente nato il nuovo governo italiano formato da Movimento 5 Stelle e Lega. Il premier sarà Giuseppe Conte che ieri ha accettato il mandato del presidente della Repubblica Sergio Mattarella senza alcuna riserva e ha direttamente annunciato pubblicamente la lista dei nuovi ministeri e relativi ministri incaricati. Il giuramento avverrà al Quirinale oggi alle 16 (sarà trasmesso in diretta da diverse emittenti televisive) e subito dopo i ministri si recheranno alla consueta cena del presidente della Repubblica in occasione della vigilia del 2 giugno, giorno in cui anche iLeggi tutto
donne anziane

Pubblicato il 29 maggio, 2018Da Milena Pennese

A Piacenza una rete per contrastare violenze e abusi su donne anziane

A Piacenza è iniziata una collaborazione tra Ausl, Spi Cgil ed Auser per formare una rete integrata sul territorio al fine di contrastare abusi e violenze su donne anziane. Attraverso progetti di formazione si desidera fornire strumenti congrui per riconoscere gli abusi – in particolare su donne anziane over 65 – a medici di base, operatori sociali, operatori sanitari ma anche alle forze dell’ordine e a volontari delle associazioni. Pare infatti che la fascia di età che parte dai 65 anni sia una delle più esposte a soprusi ed emergeLeggi tutto
Irlanda

Pubblicato il 28 maggio, 2018Da Milena Pennese

Irlanda: vincono i sì per il diritto all’aborto

Svolta storica della cattolicissima Irlanda: la revoca dell’ottavo emendamento all’articolo 40.3 della Costituzione irlandese – che rendeva l’aborto un reato – è stata dichiarata dal voto del 25 maggio con un referendum popolare. La legge irlandese sanciva infatti “pari diritto alla vita” per la madre e il feto, quindi la sua revoca renderà possibile a tutti gli effetti la revisione della legge sull’aborto, come ha decretato anche il premier islandese Leo Varadkar, promettendo una nuova normativa entro quest’anno. Noi in Italia sappiamo bene quali e quante siano state le lotteLeggi tutto
freccia aborto

Pubblicato il 23 maggio, 2018Da Antonella Luccitti

Aborto: luci ed ombre 40 anni dopo l’approvazione della Legge 194

Sono trascorsi esattamente 40 anni da quando l’Italia ha dato il proprio via libera alla legalizzazione dell’aborto. Era il 22 maggio del 1978, infatti, quando venne approvata la Legge 194 che non annoverava più l’interruzione volontaria di gravidanza tra i reati penalmente perseguibili. La legge fece molto discutere e appena tre anni dopo gli italiani furono chiamati, con un referendum, a decidere sul delicatissimo tema che divideva – e lo fa tuttora – gli animi in un Paese fortemente cattolico (almeno all’apparenza). La risposta degli abitanti del Belpaese fu netta:Leggi tutto
Nigeria

Pubblicato il 20 maggio, 2018Da Milena Pennese

In Nigeria sono le donne a puntare sulle energie rinnovabili

Secondo quanto riporta la Thomson Reuter foundation  la Nigeria ha fissato diversi obiettivi per migliorare le condizioni della popolazione e tra questi spicca la volontà di raggiungere con l’elettricità il 90% della popolazione entro il 2030. Soprattutto, almeno un terzo di questa energia dovrebbe provenire da fonti rinnovabili. La Nigeria è popolata da 198 milioni di persone e oltre la metà di queste non ha accesso all’energia elettrica e le uniche fonti di energia sono ancora carbone o legna. Eppure è un Paese produttore di petrolio il cui 90% vieneLeggi tutto
mamme

Pubblicato il 13 maggio, 2018Da Antonella Luccitti

Save the Children: mamme italiane sempre più “Equilibriste”

“Dio non poteva essere dappertutto, così ha creato le madri”. Così recita un detto ebraico ed è proprio così che, nella maggior parte dei casi, sono le madri: sempre presenti e pronte a proteggere i loro figli, anche quando i loro bambini sono ormai degli adulti grandi e vaccinati. Ma che vita fanno le mamme nel nostro Paese? A chiederselo ogni anno è Save the Children che, in occasione della Festa della Mamma ha pubblicato il nuovo rapporto “Le Equilibriste. La maternità in Italia”. L’Organizzazione, che questa settimana ha inauguratoLeggi tutto
Meme

Pubblicato il 6 maggio, 2018Da Antonella Luccitti

Même: la linea di cosmetici per donne malate di cancro

Le donne colpite dal cancro prima di essere malate sono innanzitutto donne. E per questo hanno bisogno, probabilmente più delle donne sane, di sentirsi belle, apprezzate, in una frase: di riconquistare la loro femminilità. Partendo da questi presupposti due giovani imprenditrici francesi di 24 anni, Judith e Juliette, colpite in famiglia dalla malattia, hanno dato vita a una linea di cosmetici concepita per donne colpite da tumore dal nome Même. Un piccolo “peccato” di vanità che può aiutare che sta attraversando un momento molto difficile della propria vita, non solo dalLeggi tutto