disabilità Tag

vagone

Pubblicato il 20 ottobre, 2017Da Redazione

Così il vagone di un vecchio treno diventa un bar sociale

Li abbiamo visti in certi bellissimi film datati oppure abbiamo avuto la fortuna di poter apprezzare un vagone dal vivo, in uno di quei treni d’epoca con tanto di bancone, sedie e tavolini tutti rigorosamente in legno che erano il massimo della convivialità. In un angolo del Parco del Lambro, tra Milano e Segrate, si è pensato di non permettere che il fascino di un vagone degli anni ’20 delle Ferrovie Nord tramontasse per sempre e, cosa ancora più apprezzabile, è stato allestito un vero e proprio bar sociale parcheggiatoLeggi tutto
Scadenza: 31 ottobre 2017. In Europa la prospettiva sociale ed educativa dello sport ha acquisito importanza nei documenti ufficiali solo a partire dalla fine degli anni ‘90, mentre ben più evidente è stata la necessità di una norma comunitaria che regolasse il diritto sportivo per l’importanza che il settore riveste sotto il profilo economico, con oltre 15 milioni di persone impiegate e un contributo all’occupazione totale dell’UE pari al 5,8 %. L’ingresso ufficiale dello sport tra le priorità europee risale al 2007, quando il Trattato di funzionamento dell’UE stabilisce che “l’Unione contribuisceLeggi tutto
ho amici in paradiso

Pubblicato il 24 settembre, 2017Da Redazione

I ragazzi del Centro Don Guanella in corsa per l’Oscar

Prima hanno gioito della possibilità di apparire sul grande schermo e ora per loro si apre il sogno di portare a casa la statuetta d’oro più ambita nel mondo cinematografico. Parliamo del gruppo di ragazzi con disabilità intellettiva, ospiti del Centro Don Guanella di Roma, che hanno preso parte al film “Ho amici in paradiso” di Fabrizio Maria Cortese. La pellicola, infatti, è in viaggio verso gli Oscar essendo entrata nella lista dei 14 film iscritti alla selezione Anica per la candidatura del film italiano da segnalare all’Accademy per concorrereLeggi tutto
alpaca

Pubblicato il 21 settembre, 2017Da Redazione

Firenze: ragazzi con disabilità a lavoro con gli alpaca

Gli alpaca sono molto docili, silenziosi, affettuosi e facili da allevare. E’ proprio per questa ragione che i simpatici animali sono i protagonisti del progetto lanciato dall’Associazione AlpaHa Onlus che intende creare una vera occasione di lavoro per giovani con disabilità intellettiva e relazionale. L’idea è quella di affidare la gestione di un allevamento di alpaca proprio a ragazzi con problemi che, oltre a occuparsi degli animali, realizzeranno manufatti al telaio con la lana anallergica. Inoltre, l’allevamento sarà aperto alle visite delle scolaresche che avranno la possibilità di vivere una giornataLeggi tutto
studenti disabili
Secondo i dati arrivati da pochissimo direttamente dal ministero dell’Istruzione, gli studenti disabili quest’anno saranno precisamente 234.658 a fronte di un totale di 8 milioni senza problemi di disabilità. Si tratta di dati diffusi nell’ambito dell’Anticipazione sui principali dati della scuola statale ed è stata fatta anche una valutazione numerica di distribuzione su base regionale. Se il numero principale di studenti disabili si concentra maggiormente in Lombardia (37.493 su 1.191.799), l’incidenza maggiore della disabilità per quanto concerne la scuola riguarda la Sicilia con il rapporto numerico più ampio (25.290 suLeggi tutto
rossella fiorani
La bellezza di una donna non si limita a un aspetto fisico che sfiora la perfezione. Una frase che potrà sembrare banale ma che cambia il suo valore se abbinata al concorso di bellezza per eccellenza, Miss Italia. E’ invece proprio dalla manifestazione che stasera, come ogni anno, eleggerà la reginetta di bellezza 2017 che arriva un messaggio così importante. A lanciarlo è la determinazione, la grinta e, indubbiamente, la bellezza di Rossella Fiorani, ex miss equilibra Marche, che pur non avendo raggiunto la finalissima del concorso, rimane comunque inLeggi tutto
oso disabilità
I campioni delle Paralimpiadi e in particolari personaggi vulcanici del calibro di Bebe Vio e Alex Zanardi ci hanno insegnato che la disabilità non può certo fermare l’amore e la passione per lo sport. Eppure per una persona affetta da un qualsiasi handicap l’accesso alle attività sportive può essere più complicato, anche solo in termini di informazioni, dal momento che le opportunità sono senza dubbio limitate. Da quest’estate, però, c’è chi ha pensato a venire incontro alla legittima aspettativa dei diversamente abili alle prese con la ricerca della disciplina sportivaLeggi tutto
Dall’inizio del suo mandato, la ministra Valeria Fedeli è riuscita a convertire obiettivi ambiziosi in realtà che, a torto o a ragione, sono riusciti a soddisfare o perfezionare problematiche, magari sospese, relative all’istruzione scolastica, universitaria e all’alta formazione artistica, musicale e coreutica, alla ricerca scientifica e tecnologica sulle quali la ministra ha puntato molto e i tecnici del ministero hanno e stanno ancora lavorando. Ed ora, ecco che il 28 luglio di quest’anno si aggiunge un altro tassello di notevole interesse: la presentazione a Roma, presso il Ministero dell’Istruzione, del Piano per l’EducazioneLeggi tutto
mai stata in ginocchio

Pubblicato il 25 luglio, 2017Da Valerio Roberto Cavallucci

“Mai stata in ginocchio” di Paola Leccese

Mai stata in ginocchio è l’opera prima di Paola Leccese, pubblicata per i tipi di Riccardo Condò Editore. Novanta pagine intense e complesse in cui l’autrice teatina racconta fatti, incontri e storie della sua vita, con una scrittura sempre scorrevole, rapida, a volte tagliente. Si alternano registri diversi: un forte pudore dei sentimenti, giudizi talora “spietati”, una costante vena d’ironia. Mai stata in ginocchio è un titolo perfetto perché capace di affascinare il lettore ben prima di renderlo consapevole delle sue motivazioni, in grado di evocare forza e dignità senzaLeggi tutto
parloma
Le nuove tecnologie hanno fatto passi da gigante e molto spesso la loro applicazione nel campo del sociale è straordinaria. Ma ci sono alcune invenzioni che sembrano avere davvero una marcia in più e che addirittura appaiono uscite da un film di fantascienza. Eppure, grazie all’ingegno di esperti e ricercatori, sono davvero realtà. Parliamo in questo caso del progetto Parloma, ideato dall’Alta Scuola Politecnica dei Politecnici di Milano e Torino (ASP), che molto presto consentirà la comunicazione a distanza fra persone sordocieche. Sappiamo che quando non si possiede né l’udito néLeggi tutto