diritti e rovesci Tag

dissenso comune

Pubblicato il 13 febbraio, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

Dalle donne dello spettacolo a tutte le donne

Ancora sulle molestie sessuali. Torniamo sull’argomento perché dopo le denunce nello star system hollywoodiano e le riflessioni delle intellettuali francesi, anche le attrici e le giornaliste italiane hanno preso carta e penna per comunicare il loro punto di vista. All’inizio di febbraio è stata pubblicata la lettera manifesto firmata da 124 attrici e lavoratrici dello spettacolo. Titolo e sottotitolo ne anticipano il messaggio: “Dissenso comune. Dalle donne dello spettacolo a tutte le donne. Unite per una riscrittura degli spazi di lavoro e per una società che rifletta un nuovo equilibrio traLeggi tutto
infortuni

Pubblicato il 30 gennaio, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

Incidenti, infortuni, malattie professionali

Prendiamo in esame soltanto alcune notizie degli ultimi 15 giorni. Il 16 gennaio il caso “Lamina”. Quattro morti in un tragico incidente nella ditta di materiali ferrosi di Milano. “L’azienda Lamina ha un forno che si trova a due metri sotto il livello stradale, è utilizzato per la fusione di materiale ad altissime temperature. Oggi pomeriggio i quattro operai – italiani di 43, 49, 58 e 62 anni – avevano il compito di pulirlo dai residui di lavorazione ma poco dopo aver iniziato il lavoro, intorno alle 16.50, sono stati avvoltiLeggi tutto
deneuve

Pubblicato il 16 gennaio, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

Lo stupro è un crimine, rimorchiare non è un delitto

In una recente serie di articoli dedicati al contrasto alla violenza di genere abbiamo preso impegno a “continuare a parlare di violenza sulle donne, sempre, senza stancarci mai”. Oggi torniamo a farlo proponendo il testo integrale dell’appello pubblicato martedì 9 gennaio su Le Monde dall’attrice Cathèrine Deneuve e altre cento donne, nella traduzione proposta da Il Foglio. Perché farlo? Non è stato citato a sufficienza dai media italiani? Anzi, molti si sono espressi, la maggior parte manifestando sdegno e contrarietà. Per costoro le firmatarie dell’appello riporterebbero indietro le lancette dell’orologio,Leggi tutto

Pubblicato il 16 dicembre, 2017Da Maria Pia Rana

Natale alle porte ed è ancora allarme gender divide!

Il Natale è alle porte e come ogni anno la magia torna nelle città facendoci respirare un’aria speciale: luci, addobbi colorati, felicità, voglia di sorridere, di stare insieme. Tutto intorno si respira aria di festa e si comincia a pensare a un dono per i nostri cari, per i nostri amici, per i nostri piccoli. Ma che giocattolo gli comprerò quest’anno? Un robot, una bambola, un trenino, una cucina? La confusione regna sovrana soprattutto se il regalo dovrà andare a una bimba o a un bimbo, forse perché da piccola mi facevo regalare trenini o automobili (rosse innanzitutto!) eLeggi tutto
onu rifugiati

Pubblicato il 15 novembre, 2017Da Valerio Roberto Cavallucci

ONU: “disumana” la collaborazione con la Libia

Forse qualcuno ricorderà che all’inizio di settembre il principe giordano Zeid Raad al Hussein, Alto Commissario Onu per i diritti umani, a proposito delle intese UE-Libia aveva dichiarato: «Riportare le persone in centri di detenzione in cui vengono trattenute arbitrariamente e torturate è una chiara violazione del principio di non respingimento previsto dal diritto internazionale». Allora, in piena campagna di delegittimazione delle Ong impegnate nel Mediterraneo, quasi nessuno diede peso alla posizione ONU. Ieri, in occasione della riunione del comitato delle Nazioni Unite a Ginevra, l’Alto Commissario è tornato sull’argomento sostenendo cheLeggi tutto
spose bambine

Pubblicato il 3 novembre, 2017Da Milena Pennese

Spose bambine: India verso un cambiamento?

Più volte, a fronte anche di una scarsissima attenzione mediatica intorno al tema, abbiamo avuto modo di informare i nostri lettori sui misurati passi in avanti mossi a tutela delle spose bambine nel mondo. L’ultima conquista in tal senso arriva dall’India: la Corte suprema dello Stato asiatico ha emesso una sentenza che decreta che i rapporti sessuali consumati nell’ambito di un matrimonio in cui la sposa ha meno di 18 anni, sono un atto di stupro. E lo stupro è un reato. E il reato è punibile dalla legge. UnLeggi tutto
migranti

Pubblicato il 25 settembre, 2017Da Patrizia Abello

Migranti: morire in mare o nei campi libici?

Assistiamo a una moltiplicazione di migranti che muoiono in mare al largo della Libia, o che sono ripescati e portati nei campi libici di “detenzione ufficiale”. È di pochi giorni fa un naufragio che ha visto dispersi in mare, in base alle testimonianze dei sopravvissuti, oltre cento individui a causa dell’affondamento di un barcone. L’ Unhcr sostiene che la barca in questione sia rimasta almeno una settimana al largo senza che nessuno intervenisse a salvare vite. La notizia di questa ennesima tragedia del mare ha indignato e non poco le associazioniLeggi tutto
ambiente colonnina mercurio

Pubblicato il 24 agosto, 2017Da Valerio Roberto Cavallucci

Caldo africano, siccità, inondazioni, incendi, terremoto: un’estate indimenticabile

Estate “indimenticabile” dal punto di vista ambientale. A dar retta ai meteorologi abbiamo registrato sei ondate di caldo africano mentre siamo in attesa della settima, anche questa dal nome poco rassicurante: Polifemo. Ormai non ci meravigliamo più se la temperatura raggiunge i quaranta gradi. Ma in realtà non siamo pronti ad affrontare condizioni climatiche che, fino a qualche anno addietro, avremmo definito “estreme”. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. La siccità è la più diretta ed evidente. Dal Nord al Sud l’agricoltura è in gravissima difficoltà, come dimostraLeggi tutto
bambini che giocano a palla

Pubblicato il 17 luglio, 2017Da Redazione

Il gioco è una cosa seria

Giocare a palla nei parchi non si può! Fa discutere l’ordinanza che nei giorni scorsi è stata emessa dal sindaco di un Comune costiero abruzzese, Alba Adriatica, per tutelare la “pubblica tranquillità”. E non è né il primo né probabilmente l’ultimo provvedimento emesso in Italia per limitare un’attività, il gioco all’aperto dei più piccoli appunto, che dovrebbe essere invece incentivata in ogni sua forma. Ma alla tutela dei diritti bambini chi ci pensa? A tal proposito vi proponiamo la riflessione scritta per Felicità Pubblica da Francesco Salvatore, esperto di diritti dell’infanzia che da oltreLeggi tutto
sud sudan
«Nel Sud Sudan è in corso una delle più gravi crisi umanitarie degli ultimi tempi: sono quasi un milione gli sfollati nella regione di Equatoria, mentre continuano impunite le uccisioni di civili e le violenze su donne e bambine». E’ questo il grido d’allarme lanciato da Amnesty International in merito alla grave situazione che da tempo ormai attanaglia lo Stato africano. Anche noi di Felicità Pubblica avevamo acceso, nel nostro piccolo, i riflettori su questo dramma proponendo a voi lettori un’intervista al padre comboniano che opera in loco Daniele Moschetti (leggi l’articolo).Leggi tutto