detenuti Tag

Antigone
L’Associazione Antigone (qui il sito) ha presentato a Roma il suo rapporto semestrale riguardo il numero dei detenuti nelle carceri italiane. La ricerca è stata condotta visitando un campione di 30 istituti selezionato per tipologia e ubicazione (sono 117 le carceri visitate dal loro Osservatorio negli ultimi 18 mesi). Nel rapporto si evidenzia come, negli ultimi cinque mesi, siano stati riscontrati 672 detenuti in più reclusi negli istituti di pena italiani e dai numeri emerge che, a fronte del raddoppio della presenza di stranieri nel nostro Paese dal 2008 aLeggi tutto
detenuti

Pubblicato il 12 luglio, 2018Da Milena Pennese

Il servizio di posta dei detenuti del carcere di Opera

Il carcere di Opera (Milano) è noto per essere un istituto all’avanguardia per quanto riguarda il trattamento dei detenuti e le iniziative innovative. Ecco quindi che è partito pochi giorni fa un nuovo progetto di “lettere dal carcere” dei detenuti di Opera, con la corrispondenza che raggiungerà il mondo esterno in meno di 24 ore. Saranno 300 i reclusi di media sicurezza (in regime di articolo 21, quello che regola il lavoro all’esterno del carcere) coinvolti nel servizio di posta chiamato “Pre-paid Fast Telegram Servizio Opera e-mail”. L’idea è nataLeggi tutto
carcere cucina

Pubblicato il 9 giugno, 2018Da Antonella Luccitti

Puglia: detenuti in aula per diventare chef

Il reinserimento lavorativo dei detenuti, in Puglia, passa attraverso i fornelli. E’ stato presentato nei giorni scorsi un progetto dal titolo “Ri-esco in cucina” promosso dall’Ente di formazione ENAIP Impresa Sociale e da FORMEVER LAB, Start Innovativa a Vocazione Sociale di Foggia che opera nel settore della formazione con progetti di innovazione sociale. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Puglia e prevede, appunto, il reinserimento sociale delle persone sottoposte a misure detentive attraverso la partecipazione a un corso di formazione professionale della durata di 900 ore. In particolare saranno 10 iLeggi tutto
Voci di dentro

Pubblicato il 10 aprile, 2018Da Francesco Lo Piccolo

A Pescara detenuti sul palco con l’Associazione Voci di dentro

Il prossimo 16 aprile arriva a Pescara al Circus, alle ore 10.30 e alle 17.00, “Quando si spengono le luci, storie del Terzo Reich”, rappresentazione teatrale tratta da un libro di racconti di Erika Mann, edito da il Saggiatore, liberamente adattato da Carla Viola e con la regia di Alberto Anello. Patrocinata dal Comune di Pescara, dalla Fondazione Pescarabruzzo e dall’Anpi,  è organizzata dalla Casa Circondariale di Pescara e dall’Associazione Voci di dentro, Onlus che da anni opera all’interno delle carceri. Sul palcoscenico, in un atto unico di circa un’oraLeggi tutto
carcere SEAC
È nato il progetto “Volontari per le misure di comunità” promosso da SEAC (coordinamento enti ed associazioni di volontariato penitenziario), sostenuto da Fondazione con il Sud per favorire il reinserimento sociale di coloro che, a vario titolo, sono sottoposti a misure di comunità. Il progetto SEAC coinvolge cinque associazioni di volontariato di Sicilia, Campania, Sardegna e Calabria e prevede la formazione dei volontari, il rafforzamento della rete tra le associazioni che si occupano di volontariato carcerario e, con iniziative varie, si impegna a sensibilizzare gli individui della società verso l’accoglienzaLeggi tutto
casa di accoglienza

Pubblicato il 14 settembre, 2017Da Redazione

A Vasto apre una casa di accoglienza per detenuti

Aprirà i battenti domani, 15 settembre, a Vasto in provincia di Chieti, una casa di accoglienza per detenuti promossa dalla Comunità Papa Giovanni XXIII. La struttura ospiterà persone che avranno la possibilità di espiare la propria pena detentiva in una misura alternativa al carcere. La struttura, che è stata concessa in comodato d’uso gratuito da parte della Diocesi di Chieti-Vasto, può ospitare circa 20 detenuti e vedrà coinvolte circa 15 persone tra volontari e operatori. La nuova casa di accoglienza sarà inaugurata domani alle 15.30 alla presenza, tra gli altri,Leggi tutto
FARINDOLA
Dopo la tragedia di Rigopiano, in Abruzzo (avvenuta il 18 gennaio quando una valanga spazzò via un hotel provocando la morte di 39 persone), si riparte da un progetto solidale per poter riaprire uno dei sentieri più importanti del parco del Gran Sasso e dei monti della Laga, dando seguito a un protocollo d’intesa sottoscritto dal ministero della Giustizia, il provveditorato dell’Amministrazione penitenziaria per il Lazio, l’Abruzzo e il Molise e l’Ente parco e Comune. Destinatari di questo progetto saranno 8 detenuti del carcere di Pescara che, impegnati prima in unLeggi tutto
Al Mario Gozzini di Firenze i detenuti parlano con i familiari via Skype
Favorire ed agevolare le comunicazioni tra i detenuti della Casa Circondariale Mario Gozzini di Firenze e le famiglie che vivono all’esterno. È lo scopo dell’innovativo progetto “Connessioni via Skype”, promosso dalla Caritas Diocesana. Nello specifico, tale progetto si propone di agevolare l’uso di Skype attraverso un sostegno di carattere psico-legale rivolto non solo ai carcerati ma anche ai relativi parenti. Inoltre, esso prevede la formazione degli operatori penitenziari come soggetti importanti per il buon esito dell’intervento. Essi saranno formati sulla tecnologia e poi successivamente avranno il compito di monitorare eLeggi tutto
Genova: prodotti realizzati dai detenuti in vendita al Gazebo Freedhome
Biscotti, taralli, panettoni, formaggi, caffè, pasticceria, artigianato artistico, gioielli, abbigliamento, borse, album, cornici, quaderni, scatole e chiudipacco. Queste sono gli svariati prodotti merceologici, tutti realizzati rigorosamente da detenuti di tredici carceri italiane, che potrete trovare all’interessante mercatino natalizio “Gazebo Freedhome” allestito fino al 24 dicembre in piazza Matteotti, a Genova. Freedhome è il nuovo marchio nato nel luglio 2016 da un gruppo di tredici imprese cooperative sociali italiane che lavorano all’interno di istituti di pena, portando dentro lavoro vero, valore, professionalità e portando fuori prodotti artigianali e alimentari di altaLeggi tutto
parole-senza-barriere
Al via oggi nel penitenziario di Trani “Parole senza barriere”, il progetto di promozione della lettura negli istituti penitenziari pugliesi promosso dall’Associazione Presìdi del libro, in collaborazione con il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria Regionale di Puglia e Basilicata del Ministero di Giustizia. Il progetto è frutto di un protocollo di intesa firmato lo scorso gennaio 2016 tra l’Associazione Presìdi del libro e Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria e sostenuta da Confindustria, ASL e Pastificio Granoro s.r.l. con lo scopo principale di assicurare ai detenuti un accesso ampio e qualificato alla conoscenza,Leggi tutto