apprendimento Tag

Scadenza: 28 febbraio 2018.   Quanto abbiamo giocato da bambini? Con le bambole, i trenini, i lego, lo yo yo e poi la corda, la campana, la palla… Il gioco, infatti, è considerato una delle attività più importanti per lo sviluppo dei bambini. Come spiega Elisabetta Rossini, dello Studio di consulenza familiare Rossini-Urso e co-autrice del libro “I bambini devono fare i bambini“: «Il gioco è fondamentale perché è il modo in cui i bimbi conoscono il mondo e crescono. Non è qualcosa che riempie dei vuoti tra un’attività e l’altra, ma è l’attività per eccellenza cheLeggi tutto
scrivere

Pubblicato il 1 agosto, 2017Da Milena Pennese

Scrivere a mano: siamo veramente disposti a rinunciarci?

Scrivere prima dell’avvento del computer. Molte grandi e importanti opere letterarie – pensate alla Divina Commedia – sono state scritte a mano. Proust, con “Alla ricerca del tempo perduto” ha vergato circa 9.609.000 caratteri, scritti in 3724 pagine e potremmo continuare con esempi del genere all’infinito. Non siamo tutti scrittori e quest’arte o azione non è appannaggio esclusivo di pochi mestieri, tanto più che ormai l’era moderna ci ha messo di fronte ad ogni tipo di comodità per farlo in maniera più veloce, attraverso computer, tablet e quant’altro. Ma seLeggi tutto
bambini bosco
“Non sporcarti”, “togli le mani dall’acqua”, “non ridere così sguaiatamente”, “non correre”, “non salire sull’albero” e potremmo continuare all’infinito sciorinando una serie di regole restrittive che le insegnanti impongono ai bambini. Non tutte, sia chiaro. La cosa più odiosa è sempre far di tutta l’erba un fascio, come usa dire. Per fortuna, di maestre, educatori ed educatrici, ne abbiamo anche di splendidi, persone che hanno compreso come sia un preciso diritto del bambino sperimentare l’ambiente intorno a sé, conoscerlo per poi magari poterlo raccontare in uno di quei piccoli pensieriLeggi tutto
tinkidoo
Essere genitori, si sa, è il mestiere più difficile del mondo. Se a questo aggiungiamo che oggi mamme e papà devono fare i conti con una generazione di nativi digitali, che amano più lo smartphone che il nascondino e che a pallone preferiscono giocarci al computer che in cortile, ecco che la sfida diventa ancora più complicata. Non si sono di certo arrese davanti alle nuove tecnologie Sonia e Loredana China, due donne napoletane che, grazie alla passione e a una buona dose di intuizione, hanno deciso di reinterpretare inLeggi tutto
Parlare
Il neonato viene al mondo senza connotati cognitivi oppure i precedenti mesi trascorsi nel liquido amniotico materno sono in realtà già la prima fase di apprendimento? Per anni il mondo scientifico si è interrogato su questo punto, mostrando pareri discordi e tesi varie, fino a giungere a una conclusione più o meno unanime, dopo centinaia e centinaia di esperimenti: il feto non è una tabula rasa, ha le sue competenze. Un recentissimo studio condotto dai ricercatori dell’Istituto olandese Max Planck si è concentrato sul linguaggio, giungendo a una conclusione: laLeggi tutto
The Social Express

Pubblicato il 17 maggio, 2016Da Redazione

The Social Express, un’app per l’autismo

Nel 2011, dall’idea di una coppia con un figlio affetto da autismo, è nata un’app con alla base un obiettivo molto importante, quello di aiutare i bambini affetti da questa psicosi a reagire positivamente di fronte alle situazioni che quotidianamente essi si trovano ad affrontare. Da allora “The Social Express” – questo il nome dell’applicazione – ha avuto un gran successo proprio perché la sua tecnologia interattiva ha permesso a moltissimi ragazzi di affrontare l’isolamento che vivono ogni giorno, che è alla base della patologia.Leggi tutto
bambina

Pubblicato il 26 marzo, 2016Da Redazione

The Living School: la rivoluzionaria scuola di Genova

Alimenti biologici e biodinamici, corsi per imparare a suonare gli strumenti musicali, apprendimento della lingua francese e inglese in maniera naturale e la collaborazione dei genitori che mettono a disposizione le proprie competenze per aiutare i bambini in età prescolare ad apprendere quanto più possibile prima di iniziare le elementari. Non è un libro dei sogni ma “The Living School”, la scuola “vivente” che sorge all’interno del monastero delle Clarisse di Santa Chiara in San Martino d’Albano (Genova) fondata da mamme e papà nel puro interesse dei più piccoli. UnaLeggi tutto
orti didattici

Pubblicato il 31 dicembre, 2015Da Redazione

Long Beach: i bambini studiano nell’orto

Apprendere la matematica, ma anche le scienze, la storia e l’arte a contatto con la natura. E’ quanto fanno gli studenti della scuola elementare Los Cerritos di Long Beach (California) che, grazie all’intuito e alla sensibilità delle loro insegnanti, trascorrono diverse ore in orti scolastici realizzati e curati appositamente per consentire loro di apprendere “sul campo” nozioni che solitamente si imparano seduti sui banchi. I piccoli studenti californiani hanno, infatti, a loro disposizione un orto di 4.500 metri quadri, 22 aiuole coltivate, oltre 35 specie vegetali diverse, un piccolo frutteto eLeggi tutto