appello Tag

biotestamento

Pubblicato il 11 dicembre, 2017Da Valerio Roberto Cavallucci

Testamento biologico: #fatepresto

Sembra cosa fatta. Le forze politiche hanno raggiunto l’accordo per portare in approvazione definitiva la legge sul biotestamento. Forse le importanti dichiarazioni di papa Francesco contro l’accanimento terapeutico (leggi l’editoriale) avranno aiutato alcuni parlamentari cattolici a rompere gli indugi. Forse sarà stato il pressing di Pisapia e delle associazioni impegnate sul tema del fine vita. Forse un pizzico di cinismo che consiglia alle maggiori forze politiche di presentarsi alla scadenza elettorale con un risultato “spendibile” e con una omissione in meno.  Fatto sta che il risultato sembra a portata diLeggi tutto
associazione saman
In occasione della giornata internazionale contro la droga, lo scrittore e regista calabrese Giovanni B. Algieri, accolto per tre giorni dall’associazione SAMAN di Milano, si addentra con la sua telecamera nelle vite e nella quotidianità degli ospiti della comunità per lanciare un forte messaggio alle nuove generazioni, raccontando sei brevi storie di esistenze segnate per sempre dalla droga. #NonFateComeNoi, è il chiaro slogan con il quale Luca, Alessandra, Anna, Umberto, Sergio ed Alessandro, raccontano quanto sia grande il pentimento di aver intrapreso un percorso di vita facile e deleterio, all’insegnaLeggi tutto
desertificazione

Pubblicato il 19 giugno, 2017Da Redazione

Wwf: bisogna intervenire subito contro la desertificazione

Oggi circa un quinto del territorio nazionale italiano viene ritenuto a rischio desertificazione. Si tratta del 21% del territorio, del quale almeno il 41% si trova nelle regioni dell’Italia meridionale, come Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Sardegna e Sicilia, ma sono coinvolte anche aree in altre regioni come l’Emilia-Romagna, le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo. Sono questi i dati messi in luce lo scorso sabato, in occasione della Giornata mondiale contro la desertificazione, da Wwf che lancia un grido d’allarme per salvare il pianeta prima che sia troppo tardi. «La siccità che staLeggi tutto
sangue

Pubblicato il 15 giugno, 2017Da Redazione

Donazione di sangue: buoni i dati ma bisogna fare di più

Donare il sangue è uno dei regali più belli che possiamo fare al mondo. In pochi minuti e senza particolare sforzo, infatti, siamo in grado di salvare la vita a persone in difficoltà e questo contribuisce a migliorare il mondo e soprattutto noi stessi. Ma quanti sono gli italiani che ogni giorno decidono di compiere questo gesto d’amore? A tracciare un bilancio, in occasione della Giornata mondiale della donazione di sangue dell’Oms celebrata ieri, è il Centro Nazionale Sangue dell’Istituto Superiore di Sanità. I dati, presentati durante un evento alLeggi tutto
unicef
Un nuovo grave appello arriva da Unicef in merito alla drammatica situazione di Mosul Ovest, in Iraq. Stando a quanto riferisce l’associazione umanitaria che si occupa della salvaguardia dei bambini, in questi giorni si starebbero verificando delle barbare uccisioni ai danni dei civili, non esclusi i più piccoli. In particolare a finire sotto i colpi sarebbe gente innocente che prova a scappare dai combattimenti e a mettersi in salvo, dunque senza successo. «Le vite dei bambini sono a rischio», commenta Peter Hawkins, rappresentante Unicef in Iraq. « I bambini vengonoLeggi tutto
amianto
L’amianto fa ancora tanta paura in Italia dove, nonostante la messa al bando dell’eternit risalga ormai a 24 anni fa, sono ancora troppe le persone che muoiono a causa di questo materiale pericolosissimo. In occasione della Giornata mondiale delle vittime dell’amianto (celebrata lo scorso 28 aprile), Legambiente ricorda quali siano i numeri del fenomeno: nel nostro Paese muoiono 4mila persone ogni anno per tutte le malattie correlate all’amianto, con oltre 21mila casi di mesotelioma maligno diagnosticato dal 1993 al 2012 (ben sei mila casi in più rispetto al precedente aggiornamento delLeggi tutto
confine

Pubblicato il 21 marzo, 2017Da Valerio Roberto Cavallucci

Non c’è tempo da perdere: la nostra Europa è unita, democratica e solidale

Tre giorni di mobilitazione per “la nostra Europa – unita democratica solidale”, in occasione delle celebrazioni dei 60 anni dei Trattati che diedero vita alla Comunità Economica Europea. Sabato 25 marzo i capi di Stato e di Governo si riuniranno a Roma presso il Palazzo dei Conservatori in Campidoglio. Associazioni, sindacati, movimenti e reti italiane ed europee, contemporaneamente, sfileranno da Piazza Vittorio al Colosseo, dopo due giorni di forum tematici all’Università La Sapienza. Le istituzioni europee attraversano una crisi senza precedenti. Si fanno strada prepotentemente movimenti e partiti nazionalisti, reazionari,Leggi tutto
amnesty
“Quando smettiamo di vedere l’altro come un essere umano con gli stessi diritti, siamo un passo più vicini all’abisso”. Se non possiamo fare affidamento sui governi, dobbiamo impegnarci in prima persona per difendere i nostri diritti fondamentali. Unisciti a noi. Con queste parole l’organizzazione umanitaria Amnesty International lancia un invito a tutti i cittadini che hanno a cuore i diritti umani di unirsi al gruppo di attivisti che da anni lotta per un mondo più equo. L’Organizzazione, nota per le sue campagna sempre molto efficaci, punta questa volta sul rapLeggi tutto
Diritto di asilo

Pubblicato il 27 novembre, 2016Da Valerio Roberto Cavallucci

Italia non negare il diritto di asilo

Rilanciamo, con assoluta convinzione, l’appello di Amnesty al presidente del Consiglio Matteo Renzi per segnalare il rischio che il cosiddetto “approccio hotspot” porti a violazioni dei diritti di rifugiati e migranti. È possibile sottoscrivere l’appello “Italia non negare il diritto di asilo” cliccando qui. Egregio presidente Renzi, L’Italia sta facendo molto per salvare le persone che rischiano la vita attraversando il Mediterraneo per fuggire da persecuzioni, conflitti e miseria e arrivare in Europa per vivere in sicurezza. Tuttavia, una volta in Italia, i diritti di queste persone sono sempre piùLeggi tutto
verità-per-giulio-regeni

Pubblicato il 15 luglio, 2016Da Valerio Roberto Cavallucci

Egitto: Tu ufficialmente non esisti

Sono trascorsi alcuni mesi dal ritrovamento del corpo straziato di Giulio Regeni ma le indagini sono ancora lontane dal restituire una verità plausibile sulle circostanze che hanno portato alla morte del ricercatore italiano. Nonostante le reiterate dichiarazioni di disponibilità a fornire agli inquirenti italiani piena collaborazione, il Governo e la magistratura egiziani sembrano “muri di gomma” in grado di impedire l’acquisizione di informazioni e prove. Ma non mancano neppure “incertezze” e contraddizioni nell’atteggiamento italiano nei confronti del “partner” egiziano. A dichiarazioni “inflessibili” sembrano alternarsi comportamenti meno lineari. Continua la suaLeggi tutto