apologia del fascismo Tag

Vittorio-Occorsio

Pubblicato il 10 luglio, 2017Da Redazione

Viene ucciso Vittorio Occorsio, indagava su neofascismo e P2

10 luglio 1976 – È un sabato mattina quando Vittorio Occorsio, magistrato romano, viene ucciso a pochi metri dalla sua residenza. A compiere l’efferato gesto, gli esponenti di estrema destra Pierluigi Concutelli e Gianfranco Ferro. Lasciano scritto: «Colpevole di avere, per opportunismo carrieristico, servito la dittatura democratica, perseguitando i militanti di Ordine nuovo». Vittorio Occorso aveva dedicato gli ultimi anni della sua vita a indagare proprio sulla formazione neofascista romana, riuscendo ad ottenere, nel 1973, lo scioglimento del movimento grazie all’applicazione della legge Scelba che introduceva il reato di apologia delLeggi tutto