america Tag

we, the people
Anche per il prossimo anno Survival International presenta il calendario We, the people che contiene, per ogni mese, una foto di una comunità indigena diversa. Un semplice strumento per aumentare la consapevolezza sull’importanza dei popoli indigeni e sui loro diritti e che contiene dodici fotografie selezionate attraverso un concorso fotografico. Le fotografie di We, the people in effetti ritraggono molti angoli del Pianeta, transitando per l’America Centrale e quella Meridionale per arrivare all’India e alla Groenlandia, attraversando l’Africa e passando da zone desertiche a zone lussureggianti della giungla fino adLeggi tutto
peso freccia

Pubblicato il 1 novembre, 2017Da Antonella Luccitti

I mass media e il diverso peso delle vite umane

Quanto pesa la vita di una persona? Dipende dalla sua nazionalità. Pensate che io stia dicendo un’assurdità? Eppure, purtroppo, è così e – mi dispiace dirlo – forse lo è anche per voi. Assistiamo ogni giorno impotenti alla morte di centinaia di persone a causa di fame, guerre, carestie, attentanti terroristici o calamità naturali. Ma quante di queste tragedie hanno peso nei mezzi di informazione? Sicuramente poche. Certo non possiamo pensare che i nostri telegiornali o la carta stampata dedichino ogni giorno spazio a ogni evento drammatico che spezza laLeggi tutto
cristoforo-colombo

Pubblicato il 12 ottobre, 2017Da Redazione

Cristoforo Colombo non lo sa ma scopre l’America

12 ottobre 1492 – In pochi non conosceranno una data che ha cambiato la storia. Il navigatore italiano Cristoforo Colombo, dopo circa 30 giorni di navigazione è assolutamente convinto di fare rotta verso l’Asia. È partito da Palos il 3 agosto del 1492 con tre caravelle (Nina, Pinta e Santa Maria). Effettivamente approda in un nuovo continente ma non in quello che si aspettava, in realtà tocca un’isola dell’attuale America Centrale che Colombo battezza San Salvador. Solo più tardi la scoperta di Cristoforo Colombo prenderà il nome di “America”, inLeggi tutto
bambino JR

Pubblicato il 11 settembre, 2017Da Redazione

Il bambino dell’artista JR fa capolino sul muro di Trump

Bartolomé-De-Las-Casas
17 luglio 1566 – Muore Bartolomé de Las Casas, missionario domenicano che aveva dedicato la sua vita in difesa dei diritti degli indios in America. Dal 1512, anno in cui prende gli ordini, comincia la sua opera di predicazione, denunciando sistematicamente tutti i soprusi commessi dai popoli conquistatori. Tuttavia, le sue parole non fermano l’arroganza dei violenti, così il missionario decide di spostare la sua battaglia sul terreno della politica. Infatti, nel 1516 viene nominato procuratore universale e protettore degli indios e mette per iscritto le sue idee, improntate suLeggi tutto
Foto Ansa

Pubblicato il 3 luglio, 2017Da Antonella Luccitti

Foto Ansa

Paolo Pellegrin

Pubblicato il 10 giugno, 2017Da Redazione

Foto di Paolo Pellegrin

Girl Scouts
La vita dei senzatetto è tutt’altro che facile. Soprattutto in città dove la colonnina di mercurio arriva spesso sotto lo zero e dove le nevicate non sono rare. Se a patire questi disagi sono dei minorenni, ecco che il fenomeno diventa ancora più drammatico. Lo sanno bene i volontari delle associazioni umanitarie che vivono e operano a New York, dove sono presenti circa 60.000 homeless e di questi ben il 40% sono bambini. Per cercare di offrire dei servizi e dei supporti ai bambini, e nel caso specifico alle bambineLeggi tutto
freccia trump

Pubblicato il 9 novembre, 2016Da Redazione

La vignetta di Freccia

Ecco come il nostro collaboratore e vignettista Freccia riassume l’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti d’America.  Leggi tutto
europa puzzle

Pubblicato il 9 maggio, 2016Da Valerio Roberto Cavallucci

9 maggio 2016. C’è ancora spazio per il Sogno europeo?

Nel 2004 Jeremy Rifkin ha scritto The European Dream, volume immediatamente tradotto in italiano dalla casa editrice Mondadori. Il sottotitolo recita: come l’Europa ha creato una nuova visione del futuro che sta lentamente eclissando il sogno americano. È un testo complesso, ricchissimo di argomentazioni e riferimenti, di cui è difficile proporre una descrizione sintetica. Tuttavia la tesi di fondo è estremamente chiara. Il Sogno americano è stato grande perché l’America è sempre stata aperta ai nuovi venuti, ha offerto a tutti una seconda possibilità, crede che ciascuno sia responsabile dellaLeggi tutto