La redazione consiglia

lady bird

Pubblicato il 26 aprile, 2018Da Camilla Cavallucci

“Lady Bird” di Greta Gerwig

“Lady Bird” di Greta Gerwig è un film particolare, per non dire strano. Appena uscita dalla sala, avessi incontrato le interviste a caldo di Marzullo, avrei detto di essere disorientata. La storia è la vita di una ragazza adolescente di nome di Christine, su sua imposizione chiamata da tutti Lady Bird, che sogna di andare via dalla città di Sacramento, California, per trasferirsi sulla East Coast. Lady Bird, la bravissima Saoirse Ronan, candidata all’Oscar come migliore attrice, sa benissimo che la strada verso New York è lunga e accidentata maLeggi tutto
le poche cose certe

Pubblicato il 16 aprile, 2018Da Milena D'Aquila

“Le poche cose certe” di Valentina Farinaccio

Dopo il brillante esordio con “La strada del ritorno è sempre più corta”, di cui avevamo parlato qualche tempo fa, Valentina Farinaccio torna nelle librerie con il suo nuovo romanzo, “Le poche cose certe”, e si conferma scrittrice talentuosa. In questa seconda avventura da romanziera la Farinaccio, dotata di una penna particolarissima in cui le parole, pur essendo il risultato di un’attenta selezione linguistica, scorrono leggere con naturale limpidezza, mette a frutto la propria abilità narrativa scegliendo come protagonista del suo romanzo un uomo, Arturo, incapace di essere protagonista dellaLeggi tutto
maria maddalena

Pubblicato il 4 aprile, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

“Maria Maddalena” di Garth Davis

Ho visto “Maria Maddalena” del regista Garth Davis nella settimana di Pasqua. Il momento giusto. Il film tratteggia la storia di uno dei personaggi più importanti e, al contempo, più discussi della storia dei Vangeli. Maria è tra le poche persone che assiste il Cristo ai piedi della croce. “Presso la croce di Gesù stavano sua madre e la sorella di lei, Maria di Clopa e Maria di Magdala” (Giov 19, 25). Ma, soprattutto, Maria è la prima che incontra il Cristo risorto. “Gesù le dice: Maria! Voltandosi, essa risposeLeggi tutto
veneto

Pubblicato il 24 marzo, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

Non solo Venezia: alla scoperta del Veneto “minore”

Tutti, bene o male, conosciamo Venezia. L’abbiamo visitata e ne siamo stati “conquistati”. Probabilmente, da turisti, abbiamo visitato i luoghi simbolo della Serenissima, quelli che sono nell’immaginario collettivo: Piazza San Marco, la Basilica, Palazzo Ducale, il Canal Grande, il Ponte di Rialto, il Ponte dei Sospiri; forse le Gallerie dell’Accademia e il Museo Peggy Guggenheim, la Basilica dei Frari e la Scuola Grande di San Rocco. Con ogni probabilità siamo stati anche a Verona, la romantica città di Giulietta e Romeo con la sua meravigliosa Arena, che ha ospitato tantoLeggi tutto
ferrovia sotterranea

Pubblicato il 15 marzo, 2018Da Patrizia Abello

“La ferrovia sotterranea” di Colson Whitehead

Il romanzo “La ferrovia sotterranea” di Colson Whitehead (pubblicato in Italia da Sur), si è aggiudicato il premio Pulitzer per la narrativa 2017. Non appena letto il titolo e il cognome dell’autore, viene in mente il detto “in nomen omen” (per chi non lo sapesse, Whitehead significa “testa bianca”) e come “ferrovia sotterranea” in alcuni libri di storia veniva definita una rete di luoghi sicuri e persone fidate, gestita da abolizionisti, dove gli schiavi neri fuggiti dalle piantagioni degli Stati sudisti dell’America non ancora unita potevano trovare rifugio. L’autore peròLeggi tutto

Pubblicato il 6 marzo, 2018Da Antonella Luccitti

Zagabria: la città dei cuori intatti e spezzati

Cuori rossi di marzapane, un mercato sempre attivo che pulsa nel cuore della città, campanili a punta che svettano tra le case basse, tanti parchi affascinati e integrati alla perfezione con il tessuto urbano. E ancora, un cannone che rimbomba a mezzogiorno, una funicolare che collega la parte bassa con quella alta della città, localini con dehors sempre pieni di vita, bancarelle con fiori freschi che danno il nome a una piazza e un originalissimo museo delle relazioni finite. Sono solo alcune delle immagini che il visitatore porta con séLeggi tutto
non c'è una fine

Pubblicato il 17 febbraio, 2018Da Patrizia Abello

Non c’è una fine di Piotr M.A. Cywinski

Il campo di sterminio di Auschwitz è davvero solo la “memoria”?  È questo l’interrogativo che pone l’autore del libro Non c’è una fine, Piotr Cywinski, direttore del Memoriale e Museo di Auschwitz Birkenau (pubblicato in Italia da Bollati Boringhieri). Questa la domanda a cui tenta di dare una risposta attraverso descrizioni, considerazioni e dubbi che portano a riflessioni, svelando con le proprie parole una profonda “pietas”, una compassione fatta del “patire con” e non solo commiserazione per vittime innocenti. Il Memoriale di Auschwitz riceve ogni anno la visita di oltre unLeggi tutto
chiamami col tuo nome

Pubblicato il 8 febbraio, 2018Da Camilla Cavallucci

“Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino

Ma non provare niente per non rischiare di provare qualcosa… che spreco! Siediti, aspetta che il film cominci e fatti guidare. Ti prenderà per mano e ti porterà con lui. Lasciati trasportare, sfiorerai l’anima dei personaggi, e forse anche la tua. Chiamami col tuo nome, Call me by your name in lingua originale, del regista Luca Guadagnino si muove con una dolcezza difficile da esprimere tra i pensieri di Elio, il protagonista di questa storia, – il bravissimo Timothée Chalamet, candidato all’Oscar – e indaga il suo approccio ai sentimentiLeggi tutto
il rumore delle cose che iniziano

Pubblicato il 29 gennaio, 2018Da Antonella Luccitti

“Il rumore delle cose che iniziano” di Evita Greco

Vi siete mai soffermati a pensare al rumore delle cose che iniziano? Se la risposta è no, forse questo libro che oggi vogliamo consigliarvi potrà aiutarvi in futuro a prestare maggiore attenzione a questo aspetto. Non a caso si intitola proprio “Il rumore delle cose che iniziano” ed è stato scritto da una giovane e talentuosa scrittrice marchigiana, Evita Greco, che dopo aver scoperto da bambina di essere dislessica ha deciso di leggere tantissimi libri e di scriverne anche uno, un giorno. Quel giorno alla fine è arrivato, e perLeggi tutto
enjoy

Pubblicato il 17 gennaio, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

Enjoy. L’arte incontra il divertimento

Nel Chiostro del Bramante a Roma, a cavallo tra il 2016 e il 2017, l’arte ha incontrato l’amore (leggi l’articolo); oggi con Enjoy, l’arte incontra il divertimento (fino al 25 febbraio). Una mostra di arte contemporanea, come la prima curata da Danilo Eccher, dove il visitatore potrà conoscere linguaggi e poetiche “di alcuni tra i più importanti e provocatori protagonisti dell’arte contemporanea”: Alexander Calder, Mat Collishaw, Jean Tinguely, Leandro Erlich, Tony Oursler, Ernesto Neto, Piero Fogliati, Michael Lin, Gino De Dominicis, Erwin Wurm, Hans Op de Beeck, Studio 65, MartinLeggi tutto