IN EVIDENZA

Cpi-Eng

Pubblicato il 19 aprile, 2018Da Milena Pennese

Cpi-Eng di Trieste, l’azienda che incoraggia le mamme

Le donne che sono impiegate in un’azienda, soprattutto se a tempo determinato, non possono permettersi figli, pena la sospensione dal lavoro e l’obbligo di dimissioni immediate. Ma esistono anche aziende che si comportano in modo diverso e invece  sostengono  e rispettano le future mamme. È il caso della ditta Cpi-Eng Srl, alla cui guida si trova Christian Bracich, un’azienda di Trieste che lavora nella progettazione meccanica e nell’ingegneria. A raccontare la vicenda è proprio la protagonista, Delia Barzotti, responsabile marketing della ditta triestina con un contratto a tempo determinato. ConLeggi tutto
Pulitzer

Pubblicato il 19 aprile, 2018Da Patrizia Abello

Assegnati i premi Pulitzer 2018

Come ogni anno, il prestigioso premio Pulitzer è stato conferito a diversi professionisti in vari settori. Il premio è nato nel 1917, istituito da Joseph Pulitzer e ora è gestito dalla Columbia Univesity di New York. La giuria è composta da 19 persone che fanno parte del mondo dell’informazione, di quello accademico e di quello letterario. Segnaliamo di seguito le assegnazioni più importanti e incisive. Il riconoscimento per il giornalismo d’inchiesta è andato al Washington Post, i cui giornalisti hanno scoperto e poi seguito lo sconfortante caso del “Russiagate”, suLeggi tutto
vestiti

Pubblicato il 19 aprile, 2018Da Lucrezia Buccella

Vestirsi: quanto costa all’ambiente?

L’industria dell’abbigliamento ha un peso davvero notevole sull’ambiente. I vestiti sono fondamentali per la nostra vita ma allo stesso tempo sono una delle maggiori fonti d’inquinamento. L’industria del vestiario genera emissioni di anidride carbonica pari a un miliardo e 200 milioni di tonnellate all’anno. Per i nostri abiti, la produzione e la manutenzione costa enormi quantità d’acqua, energia e risorse non rinnovabili. La Ellen Mac Arthur Foundation ha realizzato uno studio sull’impatto ambientale dell’abbigliamento. Uno dei problemi messi in rilievo è il fatto che sempre più persone indossano capi d’abbigliamento provenientiLeggi tutto
marco-cappato

Pubblicato il 18 aprile, 2018Da Redazione

Può la scienza salvare la democrazia?

di Marco Cappato* e Marco Perduca**. A fine gennaio scorso, a oltre 20 anni dalla nascita della pecora Dolly, l’Istituto di neuro-scienze di Shanghai ha reso noto d’aver clonato Zhong Zhong e Hua Hua, le prime scimmie create con la stessa tecnica usata per l’ovino britannico. Secondo il New Scientist i due macachi dovrebbero rendere possibile la creazione di popolazioni di scimmie personalizzabili e geneticamente uniformi per accelerare la ricerca per curare il morbo di Parkinson, l’Alzheimer e il cancro. Questa nuova tecnica consentirà agli scienziati di modificare i geniLeggi tutto
la mafia uccide solo d estate
«Quando gli chiedevano come e quando si sconfiggerà la mafia, diceva si sconfiggerà quando cambierà la società. Non diceva quando arrestiamo tutti, quando li prendiamo tutti, ma quando cambierà la società». Sono le parole di Maria Falcone che, in una nostra intervista (guarda il video), parlando di suo fratello, il compianto giudice Giovanni, ricordava come per sconfiggere la mafia fosse necessaria una presa di coscienza del problema, da parte della società – italiana e non solo siciliana -, a cominciare proprio dalle generazioni più giovani. Quelle generazioni che non hanno conosciutoLeggi tutto
nonni di comunità

Pubblicato il 18 aprile, 2018Da Antonella Luccitti

“Nonni di comunità” in campo per aiutare le famiglie con bambini

Non c’è nessuno in grado di dare più affetto e insegnamento a un bambino di un nonno. E quando le famiglie non hanno persone anziane di riferimento? Nessun problema, arrivano i nonni e le nonne di comunità. E’ questo il senso del progetto promosso in quattro regioni da Auser Lombardia, finanziato dal Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile di Fondazione Con il Sud e gestito dall’impresa sociale “Con i bambini“. I nonni da sempre svolgono un ruolo fondamentale di supporto e di aiuto nel welfare familiare. Sono un punto diLeggi tutto
auser

Pubblicato il 18 aprile, 2018Da Lorenzo Lobolo

Nasce a Lecco la “Casa della solidarietà e della terza età”

All’interno di una vecchia palazzina, abbandonata e rimasta nel degrado per oltre dieci anni, nascerà “La casa della solidarietà e della terza età” nella città di Lecco, grazie al progetto promosso da Anteas, Auser e Comune di Lecco. L’iniziativa è in grado di coinvolgere l’intera comunità, alla quale saprà donare un posto a favore degli anziani e delle persone più fragili in modo da contrastare il nemico più grande di chi è meno forte, ossia la solitudine. Il vecchio edificio ottocentesco dove avrà sede il progetto è stato utilizzato inLeggi tutto
tonnarella camogli

Pubblicato il 18 aprile, 2018Da Patrizia Abello

Rinasce la tonnarella di Camogli

Nella notte tra il 25 e il 26 aprile dello scorso anno, una grossa nave pirata aveva distrutto la tonnarella di Camogli (Genova) che manteneva un sistema di pesca antico e tutelato dai presidi Slow Food (ne avevamo scritto in questo articolo). Avevamo anche spiegato come immediatamente Eataly si fosse lanciato in una campagna di crowdfunding, anche sulla piattaforma Produzioni dal Basso, per permettere alla tonnarella di riprendere la sua attività. Non solo: cogliendo l’appello di Slow Food, Eataly ha coinvolto i suoi chef di Torino, Milano, Roma e Genova dandoLeggi tutto
servizio-civile-nazionale
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del presidente Paolo Gentiloni, ha approvato in via definitiva un Decreto legislativo in attuazione alla delega per la riforma del Terzo settore riguardo la disciplina del servizio civile universale – Legge n.106 del 6 giugno 2016-. Il decreto introduce disposizioni integrative e correttive al decreto successivo alla legge 106, il n. 40 del 6 marzo 2017. L’obiettivo voluto dal CdM è di migliorare l’efficienza e la funzionalità di alcuni organismi che operano nel sistema, come la Rappresentanza degli operatori volontari e la Consulta nazionaleLeggi tutto
IMO
Per la prima volta nella storia è stato raggiunto un accordo per ridurre in modo netto le emissioni di anidride carbonica del trasporto marittimo. L’accordo, stipulato dopo due settimane di intensi negoziati tra i 170 Paesi aderenti all’Organizzazione Marittima Internazionale – IMO – delle Nazioni Unite ha fissato il target di riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2050 di “almeno” il 50% rispetto ai livelli del 2008. Non solo: la strategia prevede alti livelli di innovazione tecnologica nel trasporto marittimo e l’introduzione di biocarburanti e/o fonti di energia alternativeLeggi tutto