Editoriale

freccia rom salvini

Pubblicato il 20 giugno, 2018Da Antonella Luccitti

E dopo gli immigrati è la volta dei rom. Chi sarà il prossimo nemico?

Ci risiamo. E’ passata solo una settimana da quando abbiamo dedicato un editoriale al problema dell’accoglienza dei migranti, stigmatizzando l’atteggiamento del ministro dell’Interno Matteo Salvini (leggi l’articolo), ed eccoci nuovamente qui a commentare una nuova presa di posizione dai toni decisamente razzisti e xenofobi dell’esponente della Lega. Parliamo, ovviamente, della questione rom e della proposta di fare un “censimento” per schedare tutti i componenti della minoranza romanì. Un’iniziativa che già semplicemente detta così basterebbe da sola a far tornare alla memoria le leggi razziali, il dramma dell’olocausto, il folle disegno dellaLeggi tutto
freccia aquarius

Pubblicato il 13 giugno, 2018Da Antonella Luccitti

La nave Aquarius e quel cambiamento che non ci piace

Avevano annunciato che sarebbe stato il governo del cambiamento e infatti il vento è già cambiato. E’ un vento di burrasca che soffia contro i barconi dei disperati che attraversano il Mediterraneo in cerca di salvezza e li porta alla deriva. Un vento che, in queste calde giornate di giugno, è arrivato all’improvviso con le parole del neo ministro dell’Interno del nostro Paese, Matteo Salvini: chiudiamo i porti. Un dictat, lanciato anche sui social con l’immancabile hashtag che tanto piace al leghista, con immediata eseguibilità. A farne le spese iLeggi tutto
grande fratello

Pubblicato il 6 giugno, 2018Da Antonella Luccitti

Il Grande Fratello e la deriva trash della società

Consultando il dizionario Treccani, alla voce trash troviamo: “aggettivo. Di prodotto (libro, film, spettacolo televisivo e sim.) caratterizzato da cattivo gusto, volgarità, temi e soggetti scelti volutamente e con compiacimento per attirare il pubblico con quanto è scadente, di bassa lega, di infimo livello culturale”. Ed è proprio questo l’aggettivo più appropriato per descrivere l’edizione del Grande Fratello che – fortunatamente – si è conclusa nei giorni scorsi. A scanso di equivoci è bene sottolineare sin da subito che non ho mai avuto pregiudizi nei confronti dei reality, al contrario.Leggi tutto
freccia roma buche

Pubblicato il 30 maggio, 2018Da Antonella Luccitti

Il Giro d’Italia e la figuraccia italiana

Se vi invitassi a casa mia a prendere un caffè e una volta seduti sul divano vi dicessi che non posso più offrirvelo perché le mie tazzine sono tutte rotte, cosa pensereste? Nella migliore delle ipotesi, che sono una padrona di casa sprovveduta, nella peggiore che a casa mia non ci metterete più piede. Senza dubbio, pensereste che ho fatto una pessima figura. La stessa che nei giorni scorsi ha fatto il nostro Paese, in mondo visione, annullando all’ultimo istante la tappa finale del Giro d’Italia prevista a Roma. MotivoLeggi tutto
freccia aborto

Pubblicato il 23 maggio, 2018Da Antonella Luccitti

Aborto: luci ed ombre 40 anni dopo l’approvazione della Legge 194

Sono trascorsi esattamente 40 anni da quando l’Italia ha dato il proprio via libera alla legalizzazione dell’aborto. Era il 22 maggio del 1978, infatti, quando venne approvata la Legge 194 che non annoverava più l’interruzione volontaria di gravidanza tra i reati penalmente perseguibili. La legge fece molto discutere e appena tre anni dopo gli italiani furono chiamati, con un referendum, a decidere sul delicatissimo tema che divideva – e lo fa tuttora – gli animi in un Paese fortemente cattolico (almeno all’apparenza). La risposta degli abitanti del Belpaese fu netta:Leggi tutto
mamme freccia

Pubblicato il 16 maggio, 2018Da Antonella Luccitti

Un pensiero per le mamme a distanza

A pochi giorni dalla Festa della mamma vorrei tornare sull’argomento donne per trattare un aspetto di cui si parla poco: le mamme costrette alla lontananza forzata dai propri figli. Lo spunto arriva da una stima fatta dalla Fondazione Ismu (iniziative e studi sulla multietnicità) sulle madri straniere che vivono in Italia. In questa categoria rientrano ben 2 milioni di donne, ma circa 270 mila non vivono con i loro figli. Si tratta, infatti, di mamme costrette a lasciare il proprio Paese per lavoro e a non avere la possibilità diLeggi tutto
freccia elezioni partiti

Pubblicato il 9 maggio, 2018Da Valerio Roberto Cavallucci

L’egoismo dei partiti

Formazione del primo governo della diciottesima legislatura. Sono passati oltre due mesi, il Quirinale ha tenuto ben tre cicli di consultazioni, alternando rapidi incontri e lunghe pause di riflessione, ma siamo lontani da una soluzione positiva e, ormai, a un passo da nuove elezioni. La dichiarazione di Mattarella di lunedì pomeriggio ha palesato tutta la preoccupazione del Colle ma non è bastata a convincere i partiti a un’assunzione di responsabilità. Niente da fare, almeno così sembra, per un “governo neutrale” con la prospettiva di qualche mese di vita, finalizzato adLeggi tutto
freccia #yositecreo

Pubblicato il 2 maggio, 2018Da Antonella Luccitti

#yositecreo: ma quanta strada dobbiamo ancora fare?

Una sentenza shock che ha indignato non solo la Spagna, ma il mondo intero. Parliamo di quella pronunciata qualche giorno fa dai giudici spagnoli in merito all’aggressione e allo stupro da parte di un branco avvenuti nel 2016 ai danni di una ragazza in occasione della celebre festa di San Firmino a Pamplona. La violenza è stata, infatti, declassata ad abuso in quanto, a detta dei giudici, la 18enne non si sarebbe ribellata abbastanza, restando in silenzio ad occhi chiusi, come testimoniato dalle riprese fatte da alcuni componenti del branco.Leggi tutto
freccia 25 aprile

Pubblicato il 26 aprile, 2018Da Antonella Luccitti

25 aprile e 1° maggio: valori in corso!

Una serranda abbassata e lo slogan: “Valori in corso: chiusi per scelta”. E’ la condivisibile presa di posizione della Coop che in occasione del 25 aprile e del 1° maggio ha deciso di lasciare a casa i propri lavoratori chiudendo i propri punti vendita. “Libertà, uguaglianza e appartenenza: da sempre e oggi più che mai il nostro impegno, la nostra scelta, la nostra bandiera”, aggiunge il marchio della grande distribuzione. La Coop ha scelto quindi di ricordare nella maniera più appropriata la liberazione dal nazifascismo avvenuta nel 1945 e laLeggi tutto
la mafia uccide solo d estate
«Quando gli chiedevano come e quando si sconfiggerà la mafia, diceva si sconfiggerà quando cambierà la società. Non diceva quando arrestiamo tutti, quando li prendiamo tutti, ma quando cambierà la società». Sono le parole di Maria Falcone che, in una nostra intervista (guarda il video), parlando di suo fratello, il compianto giudice Giovanni, ricordava come per sconfiggere la mafia fosse necessaria una presa di coscienza del problema, da parte della società – italiana e non solo siciliana -, a cominciare proprio dalle generazioni più giovani. Quelle generazioni che non hanno conosciutoLeggi tutto