Attualità

share the meal

Pubblicato il 23 aprile, 2018Da Milena Pennese

Share The Meal, l’app che sfama i bambini nel mondo

Che cosa è possibile fare, al giorno d’oggi, con 40 centesimi di euro? La risposta la dà il World Food Programme dell’Onu che ha coniato la moneta (finta) e l’ha messa in circolazione a supporto della sua campagna Share The Meal: 40 centesimi, infatti, sono il costo giornaliero per sfamare un bambino che soffre di carenze alimentari. Forse 40 centesimi non bastano a sopperire a tutte le esigenze, per cambiare la vita a un bambino servirebbe altro, ma almeno un aiuto concreto è possibile darlo a cominciare da qui. LaLeggi tutto
aiesec

Pubblicato il 23 aprile, 2018Da Redazione

InteGREAT: tre volontari internazionali a Pordenone

«E’ stato speciale poter insegnare ai rifugiati qualcosa che non sapevano, e ancora più sorprendente è quanto io abbia potuto imparare dalle loro storie». Queste le parole di Caio, studente brasiliano di ventidue anni, nel raccontare la sua esperienza come volontario nelle cooperative Nuovi Vicini e Caritas a Pordenone nell’ambito del progetto InteGREAT offerto da AIESEC Italia. Caio ha inizialmente scelto di prendere parte al progetto perché lo affascinava l’idea di scoprire l’Italia e soprattutto voleva vivere in prima persona la “situazione rifugiati”, così scomoda per molti italiani. Le sueLeggi tutto
porto tolle

Pubblicato il 23 aprile, 2018Da Patrizia Abello

Porto Tolle: da centrale elettrica a villaggio turistico

È stato presentato il progetto Delta Farm che prevede la riconversione dell’area di Porto Tolle, la dismissione e demolizione della centrale elettrica esistente a favore della costruzione di un villaggio turistico aperto agli imprenditori locali. Porto Tolle è un comune italiano di 9.826 abitanti della provincia di Rovigo in Veneto, situato a sud-est del capoluogo. È un comune sparso con sede nella frazione di Ca’ Tiepolo ed è il comune più grande del Parco Regionale Veneto del Delta del Po.  La sua centrale elettrica aveva iniziato l’attività nel 1980 eLeggi tutto
sustainable economy forum

Pubblicato il 22 aprile, 2018Da Lorenzo Lobolo

Conclusa la due giorni di Sustainable Economy Forum

Rafforzamento del partenariato fra privati, fra privato e non profit, e allo stesso tempo lancio dei green bonds. Sono le prime due proposte emerse nella prima giornata della prima edizione del Sustainable Economy Forum, promosso da San Patrignano e Confindustria nella comunità di recupero riminese, e sostenuto dai main partner BMW Italia, Eni, Gruppo 24 Ore, IGPDecaux, Intesa San Paolo, l’Ente Nazionale per il Microcredito, con il patrocinio di Fondazione Cariplo e il contributo di Fondazione CRT. Una due giorni che ha voluto accendere i riflettori su alcune tematiche essenziali,Leggi tutto
Casa Vidas

Pubblicato il 22 aprile, 2018Da Patrizia Abello

In Casa Vidas a Milano si svolge anche attività di pet therapy

L’hospice Casa Vidas, a Milano in via Ojetti 66 (di fronte all’uscita della fermata Bonola della Metro MM1) dal 2006 offre un servizio di degenza gratuita a pazienti che non possono restare soli a casa a causa di situazioni critiche familiari o semplicemente perché vivono in totale solitudine. Offre anche un servizio di day hospice per coloro che mantengono un buon livello di indipendenza e possono quindi recasi a Casa Vidas in modo autonomo o con il pullmino attrezzato guidato dai volontari dell’Associazione Vidas, nata nel 1983. Le cure offerteLeggi tutto
La Lunga marcia nelle Terre mutate
Si chiama la Lunga marcia nelle Terre mutate e sarà un trekking solidale quello che vedrà protagoniste le città e i paesi colpiti dall’ultimo devastante sisma che ha sconvolto il Centro Italia. Si tratta di un evento solidale lungo 200 chilometri e suddiviso in dodici tappe con l’obiettivo di incoraggiare un turismo di tipo sostenibile e, al contempo, dare impulso all’economia di luoghi gravemente feriti dal terremoto. L’inizio dell’evento è previsto per il 17 giugno e terminerà l’8 luglio, un arco temporale in cui sarà possibile ammirare i paesaggi mozzafiato,Leggi tutto
Amici CUCCIOLOTTI

Pubblicato il 21 aprile, 2018Da Patrizia Abello

Amici CUCCIOLOTTI raddoppia collaborando con l’Università di Siena

Le ormai famose figurine che salvano gli animali, Amici CUCCIOLOTTI, di cui avevamo parlato in un precedente articolo,  per il secondo anno confermano l’impegno ambientale aderendo alla collaborazione con l’Università di Siena per il progetto “PLASTIC BUSTERS MPAs”, cui prendono parte 15 istituti di ricerca e ministeri di diversi Paesi del Mediterraneo. Amici CUCCIOLOTTI parteciperà attraverso la divulgazione dei contenuti del progetto stesso in oltre 3 milioni di album di figurine, educando in questo modo le giovani e giovanissime generazioni alla buona prassi del riciclo della plastica e del suoLeggi tutto
green alley award
Ritorna per la sua quinta edizione il Green Alley Award, concorso europeo per le startup che si occupano di economia circolare. È nato nel 2014 per volontà di Landbell Group, proprio per incentivare e valorizzare lo sviluppo di nuovi prodotti da parte delle giovani startup, oppure per progetti che siano già in fase di crescita, si occupino di riciclo e trattamento dei rifiuti e vogliano espandersi nell’ambito del mercato europeo. Uno degli obiettivi del Green Alley Award è quello di riunire e far conoscere i pionieri dell’economia circolare e, seLeggi tutto
RepAir

Pubblicato il 20 aprile, 2018Da Milena Pennese

È nata a Torino RepAir, la maglietta “mangia smog”

Le città della Pianura Padana, in particolare Milano e Torino, sono tristemente famose a causa dello smog e dell’inquinamento atmosferico. Non è quindi un caso che proprio a Torino una piccola casa di moda, il cui nome è Kloters, abbia inventato RepAir, una maglietta “mangia smog”. La  peculiarità di questa t-shirt è quella di avere un piccolo inserto in un materiale speciale, un tessuto che si chiama “The Breath” (in italiano “Il respiro”). Afferma uno dei fondatori di Kloters  Marco Lo Greco (gli altri fondatori sono Silvio Perucca e FedericoLeggi tutto
Starbucks
Una presa di posizione molto netta contro ogni tipo di discriminazione quella di Starbucks negli Usa: il giorno 29 maggio i suoi oltre 8.000 locali dislocati in tutti gli Stati Uniti resteranno chiusi per tutto il pomeriggio. Questo per permettere ai circa 175.000 dipendenti di partecipare a un corso di formazione antirazzista. Il colosso americano ha deciso questa strategia per calmare una bufera scatenata sui social network, ma anche dal vivo, con proteste vivaci a seguito di un deprecabile episodio avvenuto in un locale Starbucks di Philadelphia. Infatti, a seguitoLeggi tutto