Portale di economia civile e Terzo Settore

Servizio civile universale 2022: il nuovo bando

48
È stato pubblicato qualche giorno fa il nuovo bando per il Servizio civile universale, finalizzato a selezionare 56.205 operatori volontari per progetti che si realizzeranno tra il 2022 e il 2023 sia in Italia che all’estero.
Ben 566 i programmi di intervento. Si tratta del numero più alto dei posti messi a bando negli ultimi anni. “Grazie all’impegno del Governo nel valorizzare questo istituto che offre ai nostri giovani una straordinaria esperienza di vita e un’ottima occasione per rafforzare le proprie competenze, abbiamo incluso il più possibile il raggio delle opportunità per le nuove generazioni”, ha detto la ministra per le Politiche giovanili, Fabiana Dadone.
Il bando è rivolto a giovani tra i 18 e 28 anni ed è previsto un rimborso con assegno mensile pari a 444,30 euro.
I requisiti base per poter accedere sono: la cittadinanza italiana oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea o di un Paese extra Unione Europea, purché regolarmente soggiornanti in Italia; l’aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il 28° anno di età alla data di presentazione della domanda e non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.
Nei singoli progetti però, possono essere indicati dagli enti ulteriori requisiti oltre a quelli sopra indicati.
Una delle novità di quest’anno è il servizio civile digitale: 9.700 dei 56.205 operatori volontari saranno infatti impegnati nell’aiuto alle persone meno digitalizzate, per colmare l’attuale divario di competenze. Attraverso attività di formazione il Servizio civile digitale punta a raggiungere un milione di cittadini, portando al 70% la quota di popolazione in possesso di competenze digitali di base entro il 2026, in linea con gli obiettivi fissati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.
Gli aspiranti volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it
Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 del 26 gennaio 2022.
Letture di Natale - Paul Auster
Youmanity: il sito dei volontari patrimonio dell'umanità

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...