Portale di economia civile e Terzo Settore

Se io fossi Cipì, il contest creativo dedicato a Mario Lodi

66

“Se io fossi Cipì” è il contest creativo e gratuito, organizzato in memoria di Mario Lodi, insegnante e scrittore che ha rivoluzionato la scuola italiana nel segno della libertà e della democrazia, innovandone aspetti e metodologie, con lo scopo di stimolare maestri ed educatori a mettere i bambini e il loro mondo interiore al centro dell’apprendimento.

Ispirata a “Cipì”, uno dei libri più famosi di Lodi, scritto insieme ai suoi alunni di Vho di Piaden, l’iniziativa, promossa dall’impresa sociale Con i Bambini e dal Comitato Promotore per le celebrazioni del centenario di Mario Lodi (previsto per il 17 febbraio 2022), invita educatori e insegnanti a realizzare racconti insieme ai propri alunni in varie forme: racconto scritto, disegni, podcast o video. L’obiettivo è far sì che i ragazzi acquisiscano sicurezza nell’esprimere il proprio pensiero e la propria visione del mondo attraverso la creatività.

Il libro Cipì è nato per caso: durante una lezione, i bambini si alzarono dal banco per affacciarsi alla finestra e guardare il mondo fuori. Lasciarli fare o punirli? Questo era il dubbio di Lodi, che decise di assecondare la loro curiosità per scoprire cosa accadeva oltre la finestra. Nacque così un classico della letteratura per ragazzi che, attraverso le avventure di un passerotto curioso e disobbediente, racconta la formazione e la crescita di ognuno di noi.

Lo scopo del contest è quello di far conoscere le opere e il lavoro di Mario Lodi alle generazioni più giovani, rendendo attuali i suoi insegnamenti, affinché i bambini possano continuare a emozionarsi con le sue storie ma anche quello di dare la parola ai ragazzi promuovendo la discussione, il dialogo e il confronto.

Il contest è aperto alle scuole d’infanzia e alle scuole primarie. La scadenza per l’invio dei materiali è fissata al 30 gennaio 2022. Il regolamento e le informazioni sono disponibili sul sito: www.percorsiconibambini.it

Idee regalo per un Natale solidale
Oceanix: il futuro delle città

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...