Portale di economia civile e Terzo Settore

Oceanix: il futuro delle città

25

Tema ricorrente quello dell’innalzamento dei mari. Un destino che, anche se provassimo ad evitare con la diminuzione del riscaldamento globale, è destinato a compiersi. Il cambiamento climatico è in atto così come le conseguenze del comportamento umano sono in moto.

Ad oggi diversi atolli dell’oceano Pacifico sono sull’orlo dell’inabissamento, allo stesso modo di Venezia. Entro il 2050, nove città su dieci saranno esposte a questa realtà, e la tecnologia sta prendendo provvedimenti per portare la vita sull’acqua.

Oceanix sarà una città galleggiante costruita al largo della costa di Busan, in Corea del sud, a prova d’inondazione e soprattutto sostenibile. La città, costruita su diverse isole, potrò resistere a tsunami, tempeste e uragani di categoria 5.

Oceanix sarà autosufficiente, genererà elettricità da pannelli solari posti sugli edifici, produrrà il proprio cibo e acqua fresca, e traghetterà gli abitanti tra le varie isole con appositi battelli.
Ancorata al fondo marino, la città galleggiante sarà formata da gruppi di piattaforme esagonali su cui troveranno spazio abitazioni, scuole, palestre, negozi, musei, strutture sanitarie.

Se io fossi Cipì, il contest creativo dedicato a Mario Lodi
Anelli di spazzatura in orbita

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...