Portale di economia civile e Terzo Settore

“Tempestina e le gironiche”, un libro per raccontare l’epilessia ai bambini

45

È uscito da poche settimane, edito da Homeless Book e in collaborazione con Associazione Epilessia, “Tempestina e le gironiche”, un libro che racconta e spiega l’epilessia ai bambini.

Scritto da Giorgia Bella, mamma di una bambina con epilessia e con le illustrazioni di Claudia Flandoli, il libro nasce per spiegare cosa succede durante una crisi, come si può riconoscere e affrontare senza timori né pregiudizi.

“Tempestina e le gironiche” si rivolge ad un pubblico di lettori di età compresa dai quattro ai nove anni ma in realtà è un libro adatto a tutti perché parla di sentimenti: la paura, la vergogna e la solitudine che spesso accompagnano chi soffre di questo disturbo neurologico che viene spesso confuso per ignoranza con una malattia psichiatrica.

Il libro è anche il punto di partenza per lo sviluppo di una serie di iniziative rivolte a genitori e familiari di bambini con diagnosi di epilessia, per sensibilizzare sia i genitori che il mondo della scuola su un tema tanto delicato e tanto complesso, come ricorda Tarcisio Levorato, presidente dell’Associazione Epilessia.

“Quando abbiamo ricevuto la diagnosi, stentavo a crederci”, racconta l’autrice, mamma di Dora. “L’epilessia mi sembrava una cosa lontanissima. Non avevamo mai avuto casi in famiglia, non conoscevamo nemmeno nessuno con questa diagnosi. E invece, una volta entrati in quel mondo, abbiamo scoperto di essere circondati da persone che hanno o hanno avuto crisi, o che conoscono qualcuno con questa diagnosi”.

L’idea del libro nasce proprio lì, in quel momento di confusione, rabbia e paura ed è la storia di Tempestina, una bambina allegra e vivace. Un giorno però il suo corpo inizia a tremare e sembra non fermarsi più: sta avendo una crisi epilettica. Da quel momento la vita di Tempestina cambia, perché dovrà affrontare paure e difficoltà legate alla malattia. Per fortuna in questa avventura non sarà da sola.

Il ricavato del libro aiuterà l’Associazione Epilessia a portare avanti il progetto “A scuola di epilessia” che mira a informare sul tema gli insegnanti di Bologna e provincia.

Un libro necessario, se pensiamo che, secondo un’indagine del 2015, il 60% degli insegnanti non sa come comportarsi in caso di crisi epilettica.

"Strappare lungo i bordi" di Zerocalcare
Al via il progetto “Autonomia: sostantivo femminile”

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...