Portale di economia civile e Terzo Settore

Ebook o libro cartaceo?

33

Nel 2020, un’indagine svolta dall’Associazione Italiana Editori ha rivelato che il mercato degli ebook in Italia è cresciuto del 27% rispetto al 2019, questo perché durante il lockdown le librerie sono rimaste chiuse per un range di tempo, e ciò ha avvicinato i lettori a un formato di libri diverso. Ma nonostante questo, il formato ebook non è il preferito dagli italiani e non solo. Infatti i lettori digitali rappresentano circa il 7,4% del totale in Italia, il 5,9% in Germania, il 6% il Spagna e meno dell’1% in Portogallo, Lettonia e altri Paesi.

In un articolo pubblicato su Atlantic, Ian Bogost ha provato a definire una serie di limiti intrinseci del formato ebook rispetto al cartaceo. Uno dei punti centrali secondo Bogost è il tentativo di tenere i libri e gli ebook in due campionati diversi, legando la preferibilità dell’uno o dell’altro non tanto a una questione di gusti personali quanto alla qualità del prodotto. Alcuni libri digitali infatti possono si resistere alle intemperie ma a volte non funzionano.

Un aspetto importante è la fisicità del libro in sé, il conto delle pagine, la rilegatura, l’accesso a qualsiasi pagina casuale sfogliando un libro cartaceo.

Il libro è un’invenzione vecchia di migliaia di anni ed eliminare parte delle sue caratteristiche erode le sue tipicità.
Un ebook non ha pagine tanto per cominciare, è ridimensionato, le pagine non corrispondono a quelle del libro cartaceo e infine, cosa peggiore di tutte, la sensazione di non poter girare pagina se non toccando leggermente lo schermo.

Ci sono poi proprietà del formato ebook che invece sono state accettate dai lettori. La più importante è la portabilità, soprattutto per quanto riguarda manuali o libri universitari. Inoltre gli ebook si sono dimostrati molto adatti a un’esperienza di lettura che predilige la continuità rispetto all’accesso casuale, la lettura di un libro dall’inizio alla fine.

La narrativa in generale e la narrativa di genere – fantascienza, gialli, narrativa per ragazzi e romanzi rosa – corrisponderebbero a un tipo di lettura particolarmente compatibile con le qualità degli ebook, in misura maggiore rispetto ai saggi. Così dimostrano anche le classifiche su Amazon Kindle, il rivenditore di ebook maggiore al mondo e che meglio si è adattato alle esigenze dei lettori.

Secondo l’Atlantic si dovrebbe ampliare la tecnologia per migliorare l’esperienza di lettura rendendola più veritiera.

Al via il progetto di inclusione sociale “Fabbricatrici di sogni”
Sei uno spettacolo nonno: il libro scritto anche con i simboli

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...