Portale di economia civile e Terzo Settore

Si è concluso il progetto “ULE 20/21: Uniamo le esperienze, anche a distanza

35

Lo scorso 4 agosto 2021, all’interno dello splendido scenario del chiostro del Mumi di Francavilla al Mare (Chieti), si è tenuta la festa finale dell’ULE 20/21: Uniamo le Esperienze, anche a distanza, progetto promosso dal Comune di Francavilla e la sua ULE – Università della Libera Età con l’associazione di promozione sociale LI’ Laboratorio Innovazione e col contributo economico della Regione Abruzzo e del Ministero del Lavoro.

Durante la festa gli allievi dei diversi laboratori (scrittura autobiografica con lo scrittore Peppe Millanta e lettura espressiva a cura dell’attore e regista Milo Vallone) hanno potuto mostrare il lavoro svolto durante l’anno oltre a una bellissima performance di danza storica guidata dalla professoressa Cristina Esposito.

Questo è stato un anno molto particolare per l’ULE ma in generale per chiunque si occupi di cultura e sociale. A causa della pandemia da Covid-19 tutte le nostre attività in presenza si erano fermate a marzo 2020 ma grazie ad un bando regionale e alla collaborazione con l’aps LI’, siamo riusciti a ripartire online, con tutto lo scetticismo del caso.

E invece è stata una scelta vincente: abbiamo organizzato lezioni online (da ottobre 2020 a maggio 2021) sia sulla piattaforma Zoom che in diretta Facebook, rendendo possibile appunto la condivisione delle esperienze e dei saperi, “anche a distanza”.

Siamo davvero entusiasti della riuscita del progetto sia per il numero di persone che ogni settimana si sono collegate per seguirci, ma a anche e soprattutto per essere riusciti in una situazione anomala come quella pandemica a mantenere vivo l’interesse per le nostre attività.

Siamo sempre più convinti che la nostra ULE abbia un enorme impatto sociale, ricreativo e associativo sul nostro territorio. Quest’anno in particolare poi, grazie alla condivisione online, abbiamo portato l’ULE ben oltre i confini di Francavilla, addirittura alcune conferenza di meditazione sono state seguite dalla Spagna oltre che da varie città italiane.

Dopo i vari mesi di lezioni online siamo tornati anche in presenza e per la prima volta in estate, con una serie di lezioni, conferenze e concerti che hanno arricchito il calendario degli eventi estivi di Francavilla, come ad esempio la serata dedicata allo scrittore Remo Rapino, Premio Campiello 2020.

Anche quest’anno il tema proposto è stato “l’Amore”, in tutte le sue sfaccettature, in tal modo abbiamo potuto recuperare alcune lezioni perse lo scorso anno causa Covid e abbiamo arricchito il programma di nuove materie, ad esempio l’introduzione dell’antropologia con la professoressa Eide Spedicato e con la dottoressa Adriana Gandolfi o la fotografia con il reporter e fotografo Gianni Iovacchini.

Sempre più convinti che la cultura possa trovare il modo di farsi largo anche in tempi difficili, speriamo di rivederci il prossimo anno, con tanti nuovi progetti e attività!

Annalica Casasanta, coordinatrice del progetto insieme a Nadia Di Naccio

OMS e UNICEF: 8 raccomandazioni per la scuola
Tactum, il nuovo modo di vivere l'arte

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...