Portale di economia civile e Terzo Settore

“Chi odia paga”: al via la terza call per le associazioni

6

Chi Odia Paga lancia la terza edizione di “Una Buona Causa”. Fino al 30 maggio le associazioni possono candidare i loro progetti finalizzati a combattere l’odio online, tramite attività di prevenzione, sensibilizzazione ed educazione. Con “odio online” si intendono problematiche di grande attualità come hate speech, revenge porn, cyber-stalking e cyberbullismo.

Dopo il successo delle prime due call, che si sono concluse con successo con l’overfunding di “New Wild Web” (spettacolo teatrale sul cyberbullismo che ha raccolto 22mila euro) e “Contrasto ai pregiudizi sui migranti” (che ha raccolto più di 10mila euro), Chi Odia Paga ora cerca un terzo progetto innovativo da finanziare tramite la propria piattaforma di crowdfunding (crowdfunding.chiodiapaga.it).

Chi Odia Paga è convinta che per fermare l’odio online sia necessario fare squadra unendo le forze del settore non profit a quelle di grandi aziende, specialmente quelle che perseguono obiettivi di Corporate Social Responsability (CSR). Nel modello di “Una Buona Causa”, aziende e mondo del terzo settore alimentano la prima Rete del Bene (GoodNet) nata per contrastare in modo attivo l’odio online presente su Internet. Oltre che supportare il progetto vincitore della call, le aziende interessate possono sostenere anche altri candidati, che rimangono sempre visibili sul sito di Chi Odia Paga. Così facendo, Una Buona Causa è di fatto diventata anche una vetrina di progetti contro l’odio, che ogni azienda può scegliere di sostenere ritenendoli in linea con i propri obiettivi CSR e gli obiettivi di sviluppo sostenibile)

Le associazioni italiane possono candidare il proprio progetto fino al 30 maggio, compilando l’apposito form online sul sito ufficiale di Chi Odia Paga; al termine della call, previa verifica del rispetto dei requisiti previsti nel regolamento, tutti i progetti verranno caricati sul sito di Chi Odia Paga e saranno votati dagli utenti del web dal 14 al 21 giugno; il progetto che riceverà più voti sarà promosso con una campagna di crowdfunding dal 28 giugno al 26 luglio e, grazie anche ad un matching grant offerto dalle aziende partner di Chi Odia Paga, avrà l’opportunità di essere finanziato e realizzato.

Ecco lo scarabeo impollinatore più antico
"Il ballo delle pazze" di Victoria Mas

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...