Portale di economia civile e Terzo Settore

Perché i gorilla si colpiscono il petto?

8

Un nuovo studio rivela il perché del gesto dei gorilla di battere i pugni sul petto, uno dei comportamenti più iconici che abbiamo di questo esemplare.

Lo studio, condotto da Edward Wright e Martha Robbins del Max Planck Institute for Evolutionary Antrophology di Lipsia, ha cercato di dare una spiegazione al comportamento di questo primate analizzando una sua particolare sottospecie, il gorilla di montagna. Il Gorilla beige vive sulle pendici vulcaniche dell’Albertine Rift, nell’Africa orientale ed è una delle specie a rischio di estinzione.

Battersi il petto è un atto tipico dei gorilla maschi adulti ed è sempre stato descritto come comportamento legato alla forza e quindi al dimorfismo sessuale. I risultati dello studio evidenziano però la possibilità che questo gesto sia legato a segnali non vocali come veicolo di trasmissione di importanti informazioni. Infatti è stata scoperta la differenza sonora in base alla stazza del gorilla, gli esemplari più grandi e competitivi avrebbero una frequenza più bassa, più profonda. Probabilmente ciò indica la sua abilità competitiva fra i membri dello stesso gruppo. Di conseguenza i maschi più grandi sono più dominanti e hanno maggior successo nella riproduzione. I rivali sono intimiditi dal suono dei battiti e preferiscono così evitare scontri, mentre le femmine sanno che un esemplare così forte può assicurare prole altrettanto forte.

Pescara: ripartono le attività della “Cittadella dell’infanzia”
Cefalopodi: una ricerca ne retrodata l'esistenza

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...