Portale di economia civile e Terzo Settore

La Corrente del Golfo sta rallentando il suo corso

8

Prepariamoci ad avere inverni più freddi nei prossimi anni. Infatti, la Corrente del Golfo sta rallentando e questo porterà a un abbassamento delle temperature.

La Corrente del Golfo (AMOC) influenza molto le zone  esposte, facendo rilevare  temperature più elevate rispetto a luoghi in cui non fluttua. Ciò significa che questa corrente è molto importante a livello mondiale per la ridistribuzione del calore e quindi per il clima.

Ad oggi la sua velocità è rallentata di molto e questo implica un livello di calore più basso e non solo. Infatti questo rallentamento può innescare eventi climatici estremi tra cui un aumento del livello del mare nelle zone che sono nell’area della Corrente, cambiamenti delle piogge e delle zone aride.

Secondo uno studio internazionale, infatti, il flusso superficiale verso nord dell’AMOC porta a una deviazione delle masse d’acqua a destra, lontano dalla costa orientale degli Stati Uniti, a causa della rotazione terrestre. Ma, quando la corrente rallenta, questo effetto si indebolisce, e un maggiore quantitativo di acqua può accumularsi sulla costa orientale degli Stati Uniti, portando a un aumento del livello del mare.

L’analisi condotta indica che la corrente è stata relativamente stabile fino al XIX secolo, ma ha iniziato a diminuire di intensità dopo il 1850 circa, con un declino più marcato dalla metà del XX secolo.

Ha affermato David Thornalley, coautore della ricerca: «Insieme ad altre pressioni umane sull’ambiente marino, i cambiamenti che stiamo osservando nella circolazione oceanica stanno influenzando gli ecosistemi marini sia in superficie che in profondità. Dovremo tenere conto di questi cambiamenti in corso per conservare e gestire le risorse marine». Aggiungendo infine: «Se continuiamo a alimentare il riscaldamento globale, l’AMOC si indebolirà ulteriormente, dal 34 al 45 percento entro il 2100 secondo l’ultima generazione di modelli climatici. Questo potrebbe portarci pericolosamente vicino al punto di svolta in cui il flusso diventa instabile, con conseguenze irreparabili».

Per i Mondiali di calcio in Qatar oltre 6500 morti
Iniziative a favore dell'infanzia

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...