Portale di economia civile e Terzo Settore

San Carlo & Co: Nuove frontiere del teatro con lo streaming

39

In seguito agli ultimi DPCM tutti i teatri in Italia restano chiusi ma la cultura e l’arte non si fermano, trovano sempre nuove strade e nuovi modi per sopravvivere e regalarci emozioni, anche in tempi di pandemia.

E così uno dei più prestigiosi teatri italiani, nonché il più antico teatro lirico, il San Carlo di Napoli, lancia un nuovo progetto, portando l’opera lirica in streaming, iniziativa che coinvolgerà nomi come Elina Garanča, Jonas Kaufmann, Maria Agresta, Nadine Sierra, Ildar Abdrazakov, Pretty Yende, Xabier Anduaga.

Si parte il 4 dicembre con Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni. Il cast include alcune delle più grandi voci dei nostri tempi come Elina Garanča (Santuzza) e Jonas Kaufmann (Compare Turiddu) per la prima volta insieme sul palco. L’Orchestra e il Coro del Teatro di San Carlo sono diretti dal direttore musicale Juraj Valčuha. L’opera sarà disponibile sulla pagina Facebook del Teatro di San Carlo a partire dal 4 dicembre alle ore 20:00 e fino al 7 dicembre.

Si tratta una iniziativa assolutamente nuova per un teatro ma che si prospetta già vincente, con più di 800 biglietti venduti alla cifra simbolica di 1,09 euro grazie a una partnership con Facebook Inc. I contenuti inediti saranno disponibili attraverso Facebook e i canali social del Teatro per 7 giorni e successivamente fruibili on demand al costo di 2,49 euro o 4,49 euro.

Come annuncia il sovrintendente Stéphane Lissner: “Non avremo spettatori, quindi la platea sarà occupata dall’Orchestra, i palchi dal Coro e il palcoscenico dagli artisti. Stiamo pensando a una regia che offra immagini nuove del teatro. Naturalmente tutti gli standard di sicurezza attraverso questa nuova configurazione dello spazio saranno rispettati”.

Lissner ha anche annunciato la creazione, entro aprile 2021, di una nuova piattaforma digitale del teatro, con uno studio interno, che coinvolgerà diversi tipi di artisti, “un progetto unico in Italia con l’Università Federico II con la quale lavoriamo anche per una seconda attività, la Scena del futuro, sulle nuove opportunità per i giovani create dal digitale”.

La programmazione on line del Teatro di San Carlo è resa possibile grazie al sostegno della Regione Campania, di Philippe Foriel-Destezet, Pastificio Di Martino e di tutti gli imprenditori di Concerto d’Imprese.

Insomma la pandemia costringe il teatro a reinventarsi e quest’ultimo accetta la sfida, pur di mantenere vivo il contatto tra artisti e pubblico cercando nuovi modelli di spettacolo dal vivo.

Oltre al San Carlo diverse sono le realtà che si stanno adoperando in tal senso, anche il Marrucino di Chieti lancia il progetto “Il teatro a casa tua”, grazie a una collaborazione con le emittenti televisive Rete8 e TvSei, con l’obiettivo appunto di portare gratuitamente l’opera lirica in tv nella rubrica Il sabato a teatro, a dimostrazione che un altro teatro è possibile, almeno fino a quando saremo costretti a gustarcelo da casa.

Per maggiori info:

https://www.teatrosancarlo.it/

https://www.teatromarrucino.eu/

Insieme si può - Giornata internazionale del Volontariato
L’effetto del lockdown sull’atmosfera - particolati vs gas serra

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...