Portale di economia civile e Terzo Settore

Spazio: lanciata Crew Dragon, la navicella di Musk

15

È partita nella notte del 16 novembre alle ore 01:27 (ora italiana) la prima missione operativa del nuovo programma spaziale della compagnia privata di Elon Musk. È stata infatti lanciata la navicella Crew Dragon, diretta alla Stazione spaziale internazionale. Gli astronauti sono decollati dal Kennedy Space Center in Florida e dalla ormai famosa pista 9, la stessa utilizzata per il lancio dello Space Shuttle.

La navicella, ribattezzata Resilience, ospita quattro astronauti a bordo, tre americani, il comandante Michael Hopkins, veterano di missioni Shuttle della NASA, il copilota Victor Glover e Shannon Walker e l’astronauta giapponese Soichi Noguchi, tutti “habitué” dello spazio. Dodici minuti dopo il decollo, a un’altitudine di 124 miglia (200 chilometri) e a una velocità di 16.800 miglia (27.000 chilometri) all’ora, la capsula si è separata con successo dal secondo stadio del razzo.  I quattro astronauti della “Crew 1” dovranno restare in orbita fino ad aprile 2021, quando faranno rientro a terra con ammaraggio nel Golfo del Messico.

La missione è il frutto della collaborazione fra SpaceX di Elon Musk e la Nasa. “E’ un grande giorno per gli Stati Uniti d’America, e un grande giorno per il Giappone”, ha detto il numero uno della NASA Jim Bridenstine in una conferenza stampa post-lancio.

Elon Musk, fondatore e chief executive di SpaceX, è stato costretto a monitorare da lontano il lancio della sua navicella Crew Dragon, a causa del probabile contagio da coronavirus, come lui stesso ha twittato.

Il successo del lancio è stato salutato dal presidente uscente Donald Trump e dal presidente eletto Joe Biden, per cui la missione è “la testimonianza del potere della scienza e di ciò che possiamo realizzare sfruttando la nostra innovazione, l’ingegno e la determinazione”.

È la prima volta che SpaceX lancia con lo scopo di portare a bordo della Stazione Spaziale Internazionale un equipaggio totalmente operativo.  La Resilience segna inoltre nuovi primati, si tratta infatti della prima capsula in assoluto a trasportare più di tre persone a bordo.

Piccola curiosità: “all’interno della cabina” ha scherzato Leah Cheshier, responsabile comunicazione della NASA, “abbiamo quattro astronauti, ma sono cinque in realtà: c’è Baby Yoda a bordo, che sta cercando di prendere posto. Sta cercando di pilotare il veicolo”. Il simpatico personaggio simbolo di Star Wars è comparso davvero in un video diretta trasmesso  durante le 27 ore e mezza di viaggio compiute dalla navicella per arrivare dalla Florida alla sua prima destinazione ma non è solo una mascotte bensì un indicatore di assenza di gravità. Appena inizia a galleggiare l’equipaggio sa che il veicolo ha raggiunto gravità zero e può slacciare le cinture.

Proprio nel giorno in cui la capsula statunitense Crew Dragon di SpaceX raggiunge la sua destinazione segnando ufficialmente l’inizio dell’esplorazione spaziale su veicoli privati, l’Europa subisce invece un grave stop. A otto minuti dalla partenza dalla base europea di Kourou (Guyana Francese) il razzo Vega dell’Agenzia Spaziale Europea ha deviato dalla traiettoria prevista per portare in orbita i due satelliti che aveva a bordo. L’incidente, che ha portato al fallimento della missione Vega VV17, è avvenuto quando, circa 8 minuti dopo il decollo, si è verificata un’anomalia che ha provocato una deviazione della traiettoria del lanciatore, con la conseguente conclusione prematura della missione, come si legge in un comunicato dell’italiana Avio, che costruisce il vettore.

“Vuoi svegliarti la mattina e pensare che il futuro sarà fantastico – e questo è ciò che significa essere una civiltà che viaggia nello spazio. Si tratta di credere nel futuro e pensare che il futuro sarà migliore del passato. E non riesco a pensare a niente di più eccitante che andare là fuori ed essere tra le stelle”.  Elon Musk

School for future: voglio tornare a scuola anche io!
Covid: #datibenecomune, la petizione per chiedere trasparenza

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...