Portale di economia civile e Terzo Settore

Myfood: è nato Babaco Market contro lo spreco alimentare

15

Myfood è una piattaforma di proprietà di Anagramma Srl, una startup innovativa a vocazione sociale di Milano.. La società ha sviluppato il sito e l’applicazione per smartphone, allo scopo di valorizzare le eccedenze alimentari attraverso la creazione di una rete contro lo spreco, coinvolgendo aziende e imprese del settore distributivo.  Di spreco alimentare abbiamo scritto molte volte , come di soluzioni adottate e, fortunatamente, nascono sempre nuove idee per ridurlo.

Ecco quindi che gli utenti di Myfood hanno la possibilità di visionare le offerte di prodotti ortofrutticoli presenti sulla piattaforma, recarsi presso le aree antispreco dei diversi punti vendita, per acquistare questi prodotti.

Fino a pochi mesi fa non erano previste consegne presso i clienti ma, in concomitanza con l’emergenza per la pandemia da Covid19,  è nato Babaco Market, un nuovo servizio di consegna di Myfood direttamente al consumatore. Si tratta del primo servizio di questo tipo ed è nato a Milano per dare una seconda possibilità a frutta e ortaggi di qualità che presentano difetti estetici e per questo destinati a diventare rifiuti. Ecco quindi che una patata bitorzoluta, una melanzana a forma di banana, due ciliegie “siamesi” o un peperone quadrato, sempre di qualità, entrano di diritto nelle scatole – chiamate box – destinate alla vendita al dettaglio.

I prodotti sono solitamente italiani, provengono da aziende del territorio e piccoli produttori locali e dai presidi Slow Food. Ogni settimana viene raccolta circa mezza tonnellata di merce e, spiegano i dirigenti di Babaco Market, « i  clienti sono soprattutto giovani, in particolare millennials, che scelgono di sposare una buona causa, ma anche famiglie con bambini e persone attente alle tematiche della sostenibilità ambientale».

È possibile effettuare l’ordine sul sito, scegliendo tra due box: la Bonsai, che contiene circa 6 kg di frutta e verdure, al prezzo di 19 euro, oppure la Jungle con 9-10 kg di prodotti. Ovviamente si tratterà di prodotti di stagione, freschi e coltivati con una filiera sicura. La box piccola ha un prezzo di 19 euro,  mentre l’altra di 27 euro; il prezzo della consegna a domicilio è di 1,90 euro.

Ma non è tutto qui: infatti i prodotti selezionati per le box che rimangono invenduti vengono consegnati a Recup, l’associazione che combatte lo spreco alimentare e l’esclusione sociale ridistribuendo la merce non smaltita attraverso i mercati rionali.

La Cittadella a distanza: presentazione attività Lì Aps
Anna Foglietta, la bimba col megafono

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...