Portale di economia civile e Terzo Settore

Pandemia, i contagi in alcuni Paesi del mondo

63

Il nostro Paese sta cercando di riprendersi dopo il lockdown a causa della pandemia da Covid19, anche se il numero dei contagi non si è azzerato ma, per fortuna, continua a salire il numero di guarigioni. I passi sono ancora incerti, si tenta di mettere pezze qua e là per la difesa dei più deboli, per proteggere le persone più fragili, si indossano mascherine e guanti per evitare ulteriori contagi. Non siamo ancora alla fine (diversi scienziati ipotizzano una recrudescenza del virus in autunno), ma insomma la paura non è più terrore, trasformandosi in cautela e prudenza. A parte gli assembramenti di persone in varie città, spesso monitorati, sorvegliati e dispersi quando possibile.

Non è così nel resto del mondo che in totale, al 6 giugno, contava circa 6.900.000 casi e circa 400.000 vittime. Questi almeno i dati forniti dalla Johns Hopkins University & Medicine , esperta in salute pubblica globale.

 I dati estrapolati dagli studiosi evidenziano come gli Stati Uniti siano ormai arrivati a quasi 2 milioni di contagi e i decessi abbiano superato quota 109.000. Naturalmente, la preoccupazione è legata anche alla possibile impennata dei contagi dovuta alle attuali proteste di tantissimi cittadini – indignati per la morte dell’afroamericano George Floyd – in molti Stati dell’Unione Federale: le persone sfilano per le strade senza ovviamente prendere alcuna precauzione di distanziamento sociale cercando di evitare le cariche della polizia. Tant’è vero che, secondo un rapporto del New York Times, è stato reso noto che in diciotto Stati si è visto un aumento di nuovi contagi, in diciassette il numero di nuovi casi è rimasto sostanzialmente lo stesso, e in quindici il contagio sta diminuendo.

Purtroppo, però, l’elemento più allarmante è che la curva della pandemia è ancora in risalita, poiché avanza a una media di oltre 20.000 nuovi casi giornalieri al mondo.

Un altro Paese che desta enormi preoccupazioni è il Brasile governato dal presidente Jair Bolsonaro che, come il suo omologo americano Donald Trump, ha minimizzato la gravità della pandemia. Ma non si è fermato lì: ha infatti minacciato (proprio come Trump di cui avevamo scritto quasi due mesi fa) di ritirare il Paese dall’OMS, accusando l’organizzazione come detto in conferenza stampa a Brasilia: «Gli Stati Uniti hanno lasciato l’Oms e noi stiamo pensando di farlo, in futuro. O l’Oms lavora senza pregiudizi ideologici, o lo lasceremo anche noi. Non abbiamo bisogno di estranei che esprimano giudizi sulla nostra salute».

Purtroppo in Brasile si registrano, negli ultimi tempi, picchi di oltre 30.000 nuovi casi di Covid 19 al giorno, portando –almeno sino ad ora – il numero dei malati a oltre 690.000, con un altissimo numero di decessi arrivato a oltre quota 36.000. Nel frattempo il presidente Bolsonaro ha deciso di oscurare i dati aggiornati della pandemia.

Intanto, anche nell’altra parte dell’emisfero e precisamente in India sale costantemente il numero di contagi, alla media di quasi 10.000 al giorno. La maggior parte dei contagiati si trova in zone rurali, dopo che centinaia di migliaia di lavoratori sono tornati, avendo lasciato le città in seguito all’isolamento avvenuto e già terminato a fine marzo. Attualmente l’isolamento viene applicato nelle zone a rischio, ma le autorità hanno parzialmente ripristinato ferrovie, scali per voli nazionali e hanno permesso la riapertura di negozi e industrie. Attendiamo di sapere come andrà nel Paese asiatico dopo la riapertura di centri commerciali e luoghi di culto appena ripristinata.

Ora più che mai la condotta per il contenimento della pandemia dovrebbe essere univoca per tutti gli Stati del mondo, così come comune dovrebbe essere la ricerca del vaccino: la sinergia di più teste insieme che pensano e si coordinano è importante per una riuscita veloce ed efficace.

Maggio 2020, il mese più caldo nel mondo
ActionAid: Centro Antiviolenza in Mozambico

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...