Portale di economia civile e Terzo Settore

Mascherine antiCovid diverse e speciali

25

L’utilizzo delle mascherine per la pandemia CoVid-19 rappresenta una vera e propria barriera per le persone sorde o ipoudenti che seguono, per comprendere quanto viene detto, sia la gestualità dell’interlocutore sia soprattutto il labiale (a parte il linguaggio dei segni che però molti non conoscono affatto).

Ecco che una soluzione a questo problema è stata trovata da Justine Bate, una donna inglese sorda sin dalla nascita. È anche disegnatrice grafica e, a dispetto della sua disabilità, ha sempre condotto una vita normale, è sposata ed è mamma di una bambina, anch’essa affetta da sordità.

In realtà tutto è nato per rispondere alle esigenze di comunicare con la propria figlia di 10 anni. Ed ecco trovata la soluzione: una mascherina che, sul davanti, è trasparente, in modo che si vedano le labbra di chi la indossa. Proprio per permettere la lettura delle labbra ai suoi cari, padre madre e figlia la indossano anche in casa. Le mascherine cucite da Justine sono colorate e allegre e in comune hanno la plastica trasparente che copre la bocca, lasciando vedere il movimento delle labbra. Il passo successivo è stato quello, in realtà senza alcuno scopo lucrativo, di pubblicare le foto sul social Facebook e in breve le mascherine hanno spopolato e alla donna sono arrivate centinaia di richieste per le mascherine cucite da lei.

È successo così che Justine e il marito hanno deciso di venderle (essendo una produzione casalinga diventa impossibile donarle), consapevoli che queste mascherine possono semplificare la vita a molte persone. Non si tratta solo di utilizzo per persone non udenti; molte richieste, infatti, arrivano da case di cura per anziani afflitti da malattie cognitive, oppure da famiglie con figli affetti da autismo. Il prezzo di queste mascherine è stato fissato a circa 6 sterline ed è possibile contattare Justine attraverso Facebook qui.

Se le mascherine confezionate da questa mamma inglese hanno la caratteristica di essere colorate e allegre, non dobbiamo però credere che altri non ci abbiano pensato.

Così, anche nel nostro Paese sono nate diverse iniziative per produrre mascherine trasparenti e il sito IntendiMe  ha raccolto molte realtà in grado di produrre o reperire i presidi utili alle persone sorde, suddividendole per Regione e fornendo i contatti dei distributori. Quindi queste mascherine si possono trovare in tutta Italia, da Collegno (Torino) a Sabaudia (Latina), da Taranto a Messina. È sufficiente trovare il luogo più vicino in cui vengono prodotte.

Orsa con quattro cuccioli avvistata nel Parco Nazionale d’Abruzzo
Braccianti: è cominciata la regolarizzazione

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...