Portale di economia civile e Terzo Settore

Amaremare: Dolcenera e Greenpeace insieme contro la plastica in acqua

24

Un brano estivo, ascoltabile e ballabile, ma soprattutto con un messaggio molto profondo da veicolare.

E’ “Amaremare” della cantautrice salentina Dolcenera che, con la sua nuova canzone, ha scelto di diventare testimonial di Greenpeace a sostegno della campagna Plastica Radar. Si tratta di un’iniziativa ideata e rilanciata a luglio dall’associazione ambientalista per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tutela del più grande ecosistema del Pianeta, il mare, da una delle minacce ambientali più gravi dei nostri tempi: l’inquinamento da plastica. Quanto alla collaborazione con Dolcenera, Greenpeace ha fornito immagini per realizzare il videoclip della canzone, raccolte nel Mar Tirreno centrale durante la spedizione di ricerca e documentazione MAYDAY SOS Plastica, conclusasi lo scorso 8 giugno.

«Siamo molto contenti della collaborazione con Dolcenera, il singolo “Amaremare” evidenzia come tutti possano prendersi cura del mare, evitando che l’uso smodato e crescente di plastica usa e getta continui a produrre un impatto ambientale sempre più devastante», dichiara Giuseppe Ungherese, responsabile della campagna inquinamento di Greenpeace Italia. «Ci auguriamo che “Amaremare” riesca a sensibilizzare tante persone; lo stesso obiettivo che si pone l’iniziativa di Greenpeace Plastic Radar di cui Dolcenera è testimonial», conclude.

Ecco i semplici passaggi per aderire alla campagna:

1

SCATTA

Scatta una foto al rifiuto in plastica trovato in mare, spiaggia, fiume, lago.

2

INVIA

Invia la foto, con il rifiuto in plastica ben visibile, su Whatsapp+39 342 37 11 267

3

INTERAGISCI

Fai sapere a Plastic Radar: posizione, tipologia e marca del rifiuto.

4

GETTA

Getta il rifiuto nell’apposito contenitore della raccolta differenziata

5

CONDIVIDI

Coinvolgi altre persone: condividi Plastic Radar sui tuoi gruppi Whatsapp

Marrakech: un tuffo tra souk, riad e profumo di argan
In Irlanda del Nord diventa legale l'aborto

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...