Portale di economia civile e Terzo Settore

La Scalinata della legalità a Vieste

13

È stata chiamata la “Scalinata della legalità” quella che è stata inaugurata pochi giorni fa a Vieste, in provincia di Foggia, con una cerimonia dedicata.

Nella cittadina pugliese, in via Verdi, una scalinata è stata trasformata in un vero e proprio memoriale in omaggio anche a celebri personaggi pugliesi ma soprattutto a vittime innocenti di mafia che si sono distinti negli anni per difendere il nostro Paese da questo tipo di fenomeno sociale aberrante.

Ecco quindi che compaiono sui gradini della scalinata i nomi di Peppino Impastato, Giovanni Falcone, Aldo Moro, Paolo Borsellino, Enrico Mattei, Libero Grassi, Luigi e Aurelio Luciani e tanti altri: 52 nomi per 51 scalini, su ognuno dei quali è scritto un nome cui fare silenzioso omaggio per il coraggio e la ferrea volontà di mantenere la legalità.

Il progetto è dell’assessorato alla Cultura di Vieste, dell’associazione Cantieri dell’Innovazione sociale e Arciragazzi ed è stato curato dall’architetto Paola Minervino e dalle docenti Ida Patrizia Grassi e Maria Grazia Cortellino.

Ma il vero obiettivo di questa iniziativa è in realtà quello di creare a Vieste un centro estivo (e non solo) della legalità per conoscere e contrastare le mafie. Anche per questo motivo ha preso parte al progetto l’intero Consiglio comunale dei ragazzi, coinvolto e coordinato dall’assessore Graziamaria Starace.

Il messaggio che arriva da Vieste è forte e chiaro, secondo quanto scrive lo stesso Comune in una nota: la città pugliese, anche attraverso una semplice scalinata, non dimentica chi ha sacrificato la propria vita per servire il Paese e ha combattuto l’illegalità delle mafie. Nella speranza che nemmeno tutti i cittadini italiani dimentichino che devono lottare ogni giorno contro soprusi, malaffare e mafie.

Giustizia sociale
Yemen: sono più di 7.500 i bambini colpiti dalla guerra

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...