Portale di economia civile e Terzo Settore

Ecco come gli scienziati salveranno i Poli dai cambiamenti climatici

17

E se si tentasse di ricongelare i Poli?

Data la gravità dello scioglimento dei ghiacciai e dell’innalzamento delle temperature, gli scienziati dell’Università di Cambridge hanno in programma di creare un centro di ricerca per riparare, o almeno provare a farlo, i danni causati al pianeta Terra.
Pare infatti che i problemi aumenteranno con il tempo e che, continuando di questo passo, i danni saranno irreversibili, come del resto era stato già spiegato in questo nostro articolo di pochi giorni fa.

L’iniziativa è la prima nel suo genere e porterebbe a riduzioni drastiche di CO2 nell’atmosfera. Il team di scienziati, coordinato dall’ex consulente scientifico del governo, il professor Sir David King, proverà a trovare un metodo per ricongelare i Poli, creando nubi altamente riflettenti e pompando sale marino nell’atmosfera. In questo modo si produrrebbero particelle di sale da iniettare nelle nuvole che le renderebbe talmente riflettenti da raffreddare ciò che si trova nell’area circostante.

Oltre a questo ci sarebbe un altro sistema, ovvero la cattura e lo stoccaggio del carbonio, causa delle emissioni di anidride carbonica. In pratica dovrebbe esserci un macchinario in grado di convertire le emissioni di carbonio in carburante, utilizzando il calore di scarto del macchinario stesso.

Queste sono solo due idee iniziali del progetto che porterà al raffreddamento dei Poli. Possiamo però aspettarci anche che Mr. Freeze, acerrimo nemico di Batman, possa venire a darci una mano con il suo fucile spara ghiaccio. Risolveremo il problema una volta per tutte, no?

Cellulosa: sarà possibile utilizzarla al posto dell’inquinante polistirolo
Assay, il pestato di cime di rapa sostenuto da Terra! contro il caporalato

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...