Portale di economia civile e Terzo Settore

“I Limoni per la Ricerca” in vendita in Italia dal 3 al 16 marzo

38

È arrivato alla terza edizione il progetto “I Limoni per la Ricerca”che ha permesso, nelle edizioni precedenti, di finanziare il lavoro annuale di otto ricercatori.

Promosso da Citrus-L’Orto Italiano il progetto, in collaborazione con la Fondazione Veronesi, finanzierà la ricerca di chi dedica i propri studi alla lotta contro i tumori. Infatti, dal 3 al 16 marzo i limoni di varietà primofiore saranno venduti in più di 2.500 supermercati in confezioni da 500 grammi, al prezzo di 2 euro a retina. Per ogni retina venduta, 40 centesimi verranno devoluti alla Fondazione Veronesi con un vero e proprio intento comune di responsabilità sociale.

Del resto, che i limoni facciano bene è risaputo da tempo: la vitamina C in essi contenuta è molto importante e in realtà a questa vitamina preziosa si deve aggiungere un’altra importante molecola antitumorale contenuta nella buccia dell’agrume, il limonene.

L’idea iniziale di Citrus era diffondere l’uso del limone proprio per le sue proprietà nutritive e preventive (per esempio è noto ormai che la vitamina C rafforza le difese immunitarie); ora lo scopo del progetto è incrementare, grazie alla vendita del frutto, il numero dei ricercatori supportati. Non a caso afferma Marianna Palella, giovane fondatrice di Citrus: «È aumentato il numero di punti vendita coinvolti ed è cresciuta la copertura mediatica dell’evento, e soprattutto l’interesse del pubblico e dei consumatori. Questo ci fa ben sperare rispetto all’obiettivo di riuscire a superare il numero di borse di ricerca finanziate lo scorso anno». La stessa fondatrice ha tenuto a specificare che i frutti offerti sono esclusivamente italiani e non vengono trattati in superficie.

È utile inoltre ricordare che questo agrume in particolare non è solo fonte di vitamina C, ma è ricco di nutrienti essenziali come carboidrati, potassio, riboflavina, calcio, tiamina, niacina, acido folico, vitamina B6, magnesio, rame, acido pantotenico, fosforo e diversi composti fitochimici.

Inoltre ha proprietà antiossidanti e in particolare la sua buccia è ricca di flavonoidi, limonoidi e, appunto, limonene.

Per consultare l’elenco aggiornato dei punti vendita in cui trovare “I Limoni per la Ricerca” è possibile consultare il sito della Fondazione Veronesi o quello di Citrus.

A Milano la nascita del Pronto soccorso psicologico
UNHCR e UNICEF unite a favore dei minorenni apolidi in Europa

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...