Portale di economia civile e Terzo Settore

“Zingari lager”, lo spettacolo teatrale sul Porrajmos

15

Andrà in scena a Firenze, il 25 gennaio, lo spettacolo teatrale “Zingari lager” al Teatro delle Arti di Lastra a Signa, in occasione del Giorno della Memoria che si celebra il 27 gennaio di ogni anno.

Infatti il centro dello spettacolo è l’olocausto del popolo rom, il Porrajmos in lingua romanès, e racconta una delle pagine buie e meno conosciute della storia recente.

Scritto da Alessandro Izzi e diretto da Maurizio Stammati, lo spettacolo vede in scena lo stesso Stammati, affiancato dai musicisti Marian Serban, Petrika Namol e Mitika Namol; sullo sfondo della narrazione si trova un vero e proprio affresco della cultura romanì, con le sue musiche dalle sonorità immediatamente individuabili e con racconti tramandati dall’antichità. Vi si potranno trovare la gioia di vivere tipica del popolo rom ma anche le difficoltà a confrontarsi con i pregiudizi.

Infatti si racconta la storia di Manush, il buffone costretto a montare il tendone del suo circo nel campo di Auschwitz, circondato dall’orrore, dalle sevizie e dalle morti. Manush, ridendo, riesce a narrare la verità di quanto accade – anche se fa male – e diventa quindi portavoce di tolleranza e rispetto dell’altro, anche del “diverso”.  Del resto sul Porrajmos sono davvero pochi gli scritti, dal momento che l’orrore è stato tramandato per via orale, come accade spesso per la storia del popolo rom.

Del resto il circo è una sorta di magia del mondo rom e la musica è un suo linguaggio che porta all’universalità e trasversalità; infatti circo e musica aprono e chiudono lo spettacolo.

Un altro spunto di riflessione dato da “Zingari lager” è l’indifferenza con la quale siamo soliti guardare il mondo, senza renderci conto che troppo spesso il non prendere posizione può trasformarsi in complicità.

I biglietti si possono acquistare anche su questo sito.

L’Oms presenta il primo rapporto sulla salute dei migranti in Europa
Banfi all'Unesco: la situazione è grave ma non seria!

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...