Portale di economia civile e Terzo Settore

La ruspa a Cascina di Pisa ha solo spostato il problema del campo rom

52

Poco meno di un mese fa, il 17 dicembre, a Cascina di Pisa, il sindaco Susanna Ceccardi, coordinatrice regionale della Lega in Toscana, era stata fotografata alla guida di una ruspa con cui aveva dato inizio in prima persona allo sgombero del campo rom di via del Nugolaio. Il video dell’impresa era stato ripreso e il leader nazionale leghista Matteo Salvini aveva elogiato l’iniziativa.

Le famiglie rom allora sgomberate si sono successivamente sistemate spostandosi di qualche chilometro e precisamente a Ponsacco, sempre in provincia di Pisa.

Sono stati i deputati del Movimento 5 Stelle a indignarsi per quanto accaduto, dichiarando: «La sindaca di Cascina, Susanna Ceccardi, non ha risolto il problema dei rom. Si sono solo spostati nel comune vicino».

L’accusa dei 5 Stelle è quella di non aver risolto affatto il problema, ma di averlo solamente evitato e spostato, spiegando in un comunicato: «Le famiglie sfrattate, a quanto risulta, hanno trovato sistemazione temporanea in pieno centro a Ponsacco, in situazione di degrado e scarsa igiene. Il problema è risolto o si è semplicemente spostato di qualche chilometro?».

Inoltre è stato redatto un documento condiviso scritto dai parlamentari pentastellati Yana Ehm e Francesco Berti insieme ai consiglieri comunali sia di Cascina che di Ponsacco, in modo da «risolvere il problema alla radice, non solo con gli sfratti».

Non per niente, sostengono, la ruspa è diventata semplicemente un simbolo mediatico di puro effetto, che non risolve alcuna situazione e anzi non fa che peggiorarla.

Progetto e sviluppo intorno alla nuova romanipè
Maltrattamenti: difendiamo i nostri bambini, anziani e disabili

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...