Portale di economia civile e Terzo Settore

5. Pregiudizi e stereotipi

37

Il pregiudizio è un’opinione che non si fonda sul giudizio”. Così Voltaire inizia la voce nel Dizionario filosofico. Per concludere: “E tutto ciò durerà fino a che i nostri vicini […] non cominceranno a comprendere che la stupidità non serve a nessuno, e che la persecuzione è una cosa abominevole”. La vita delle comunità romanès dipende da opinioni senza giudizio, generiche e prive di fondamento, da pregiudizi anche sciocchi che nel passato hanno portato a persecuzioni abominevoli. Il fenomeno dell’anti-ziganismo assume dimensioni preoccupanti. Alle comunità romanès si associano automaticamente degrado, incuria, malvivenza, pericolosità sociale, incapacità genitoriale, inadeguatezza sociale, rifiuto consapevole delle regole e una genetica attitudine alla non integrazione. Assurde leggende metropolitane hanno prodotto e producono stereotipi e pregiudizi che con grande facilità diventano infernali istigazioni al razzismo e alla discriminazione. Si sono sviluppate come un comune sentire nella politica, nei media, nell’opinione pubblica ed etichettano in modo indifferenziato l’intera popolazione.

Gli stereotipi sono un po’ come il colesterolo, “buono” o “cattivo”: accresce la stabilità meccanica delle cellule, ma può anche occludere i vasi sanguigni e uccidere l’organismo. Con gli stereotipi succede (quasi) la stessa cosa. Una moderata quantità di stereotipi semplifica l’esistenza, ma quando lo stereotipo si consolida in pregiudizio, ostruisce ogni ragionamento. La causa può derivare da un’alimentazione intellettuale costituita da stress, paura, rabbia, disinformazione, inerzia e passività, cibi che non fanno altro che peggiorare la situazione. Pregiudizi e stereotipi verso le comunità romanès nascono e crescono dalle soluzioni sbagliate, producono repressione, razzismo e discriminazione.

Articolo precedente                                                                                     Articolo successivo

6. Romanipè 2.0
A Bari pedalare in bicicletta conviene

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...