Portale di economia civile e Terzo Settore

Sta arrivando InZona il nuovo servizio per la posta presso le stazioni di servizio

20

È nato “InZona”, un nuovo servizio in base a un accordo tra Nexive (primo operatore postale privato) e Assopetroli-Assoenergia, l’associazione che raggruppa oltre 12.000 punti vendita di prodotti petroliferi ed energetici.

Che tutti siano sempre affannati e di corsa è un dato di fatto: i tempi si sono ristretti, le incombenze sono sempre più affannose. Ecco quindi che, dopo aver compiuto l’esperimento con le edicole, le pompe di benzina e le stazioni di servizio diventeranno un luogo dove gli utenti potranno ritirare la loro corrispondenza. Ma non soltanto, poiché siamo nei tempi degli acquisti su internet e riceviamo pacchi che a volte abbiamo difficoltà a ritirare: ecco quindi che può correre in nostro soccorso la stazione di servizio o il nostro benzinaio abituale. Sarà possibile fare il pieno, ritirare la posta e i pacchi e avremo già risolto una parte delle nostre incombenze senza doverci recare in luoghi diversi.

L’iniziativa ha già visto l’adesione di una prima stazione di servizio a Napoli che sarà operativa a breve.

Il progetto “InZona” non è nuovo, essendo partito nel 2016, ma si rivolgeva in primis alle edicole e ad altri esercizi commerciali con una diffusione capillare, perseguendo due obiettivi e cioè dar vita a luoghi commerciali in difficoltà ed estendere la rete dei punti di consegna/ritiro, con orari di apertura più flessibili rispetto ai tradizionali uffici postali.

Ha dichiarato Luciano Traja, AD di Nexive: «Con il progetto In Zona, che oggi estendiamo anche alle stazioni di servizio, abbiamo introdotto nuove modalità per agevolare i cittadini nelle operazioni quotidiane legate al ritiro della propria corrispondenza, che sia una raccomandata o un acquisto fatto online. Ad oggi, oltre ai 500 punti diretti su tutto il territorio nazionale, abbiamo attive già un totale di 1400 tra edicole, cartolerie e tabaccherie».

Ha spiegato Andrea Rossetti, presidente di Assopetroli-Assoenergia: «Far evolvere la stazione di servizio in un polo multifunzionale a disposizione del cittadino è tra le priorità dell’associazione con Nexive in questa fase di transizione. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una progressiva trasformazione dei punti vendita stradali da meri luoghi di rifornimento ad aggregatori di servizi eterogenei dedicati al consumatore».

La cultura romanì: una cultura vissuta, non recitata
Caritas di Roma: parte il Piano freddo “Come in cielo, così in strada” per i senza dimora

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...