Portale di economia civile e Terzo Settore

La Dichiarazione universale dei diritti umani compie oggi 70 anni

109

«Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza».

Con questo articolo inizia la Dichiarazione universale dei diritti umani, il documento che fu adottato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nella sua terza riunione il 10 dicembre 1948 a Parigi, esattamente 70 anni fa.

Nessuno dei 58 Paesi membri di allora votò contro e la risoluzione, nelle intenzioni, doveva essere applicata a tutti gli Stati pur non essendo vincolante.

La Dichiarazione è la summa di elaborazioni avvenute nei secoli, a partire dal Bill Of Rights inglese del tardo 1600, dalla Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti d’America del 1776 e soprattutto dalla Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino elaborata nel 1789 durante la Rivoluzione francese.

La Dichiarazione universale dei diritti umani è suddivisa per argomenti:

  • concetti basilari di libertà e uguaglianza;
  • diritti individuali;
  • diritti dell’individuo rispetto alla comunità in cui è inserito;
  • libertà fondamentali (pensiero, opinione, religione, parola);
  • diritti economici, sociali e culturali;
  • ambiti in cui possono e devono essere applicati i principi della dichiarazione stessa.

Addirittura, alcuni esperti di diritto hanno nel tempo sostenuto che questo documento sia diventato vincolante come parte del Diritto Internazionale, poiché è stato man mano citato e invocato da molti Paesi del mondo.

È un documento, dunque, che costituisce un codice etico fondamentale nella storia mondiale, per il fatto che è stato il primo a sancire universalmente in ogni epoca e situazione i diritti che spettano a ogni essere umano. Un riferimento imprescindibile per l’educazione interculturale che ha fissato valori come libertà, uguaglianza, dignità, diritto al lavoro e all’istruzione senza distinzioni di razza, genere e pregiudizio.

Numerosi eventi si svolgeranno per tutta la giornata in molte città italiane, impossibile elencarli tutti. Ma per chi vuole, qui  è possibile leggere il testo della Dichiarazione.

Sos Mediterrranéè pone fine, per il momento, ai salvataggi in mare
Milano, una città di nuovo con il cuore in mano

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...