Portale di economia civile e Terzo Settore

Soleterre: a cena con i propri idoli per sostenere i bambini malati

22

Conoscere i propri beniamini del mondo dello sport, della musica o dello spettacolo e, allo stesso tempo, contribuire a una buona causa. E’ questo il senso di “Dreaming night for children” il nuovo progetto attivato da Fondazione Soleterre in collaborazione con Action Agency di Manuela Ronchi per sostenere le attività a tutela dei bambini promosse dall’Associazione. In occasione del “Fashion For Children”, l’evento esclusivo organizzato da Soleterre e giunto alla sua decima edizione, è stato ideato un nuovo format a sostegno del Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP), attualmente attivo in 5 Paesi (Italia, Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio e Uganda). In particolare in Italia il ricavato sarà destinato al Policlinico San Matteo di Pavia, nello specifico al reparto di Oncoematologia Pediatrica.

Fino ad oggi in 10 anni sono stati raccolti oltre 150.000 euro attraverso l’organizzazione di una cena di gala con asta benefica e un charity shop, resi possibili grazie alle donazioni di prodotti da parte di un numero sempre crescente di aziende socialmente responsabili.

Quest’anno il nuovo progetto “Dreaming for children” sarà incentrato su l’Asta dei sogni, una particolare asta suddivisa in due momenti fondamentali: una pre-asta online che prenderà il via nelle settimane precedenti la Dreaming night, organizzata con il supporto di Charity Stars (piattaforma di fundraising specializzata per le attività di raccolta fondi no profit), e l’asta finale che si svolgerà a Milano il 12 dicembre presso il Boga’s Space, una villa situata nel centro di Milano, realizzata all’inizio degli anni ’20, che per l’occasione sarà allestita al fine di ricreare un’atmosfera onirica.

Diversi i personaggi che hanno già messo a disposizione il proprio tempo e la propria generosità per contribuire alla causa, offrendo ai possibili donatori la possibilità di vivere un’esperienza diversa e contribuire alla causa benefica. Da una leggenda del calcio come Demetrio Albertini, che si è offerto di far rivivere le sue emozioni e scoprire i segreti dello spogliatoio, alla campionessa azzurra Maurizia Cacciatori, che consentirà di fare un tuffo nella pallavolo, passando per una “pizzata ignorante” insieme al duo comico Pio e Amedeo.

Madrina della serata la storica testimonial Natasha Stefanenko, affiancata da Rosario Pellecchia, voce del programma radiofonico “105 Friends” di Radio 105, e dall’attore e presentatore Enzo Giraldo.

Per partecipare alla serata è necessario versare una quota pari a 150 euro, destinata interamente a sostenere la causa.

«Esiste qualcosa di più drammatico rispetto alla comunicazione di una diagnosi di cancro per il proprio figlio? Sì, purtroppo», spiega Damiano Rizzi, presidente di Soleterre. «Si tratta di una diagnosi che arriva in un momento in cui la famiglia non può sostenere le spese per curare il bambino. Questo accade spesso sia in Italia sia all’estero. In modi differenti, agendo sulla dimensione economico-sociale che determina la qualità delle cure. Per questo motivo i fondi raccolti dall’evento del 12 dicembre saranno destinati in particolare ai nuclei famigliari indigenti sostenuti da Soleterre. Se un sogno è simile a un pensiero libero da cui nascono realtà che sembravano prima impossibili, allora grazie ai fondi raccolti anche le famiglie più in difficoltà potranno curare i loro figli senza unire l’umiliazione alla difficoltà del percorso terapeutico. Servono 40 mila euro in pochi giorni. Un sogno? Speriamo sia una bella realtà!».

 

Telefono Azzurro stila un glossario contro l’abuso sessuale sui minori
Greenpeace Italia: un cartone animato contro l’uso indiscriminato dell’olio di palma

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Loading Facebook Comments ...